Calabria7

Coronavirus, primo morto in carcere a Bologna. Attenzione massima anche in Calabria

carcere rossano

(D.C.) – Un tema di cui ci eravamo occupati circa tre  settimane fa, quando al primo vero allarme suscitato dal Coronavirus molte carceri italiane avevano registrato gravi atti di protesta da parte dei detenuti, mentre in Calabria la situazione si era tutto sommato mantenuto tranquilla.

Senza intemperanze, malgrado qualche legittima preoccupazione, insomma.

La domanda sorge però spontanea, in questa regione come altrove, si sta facendo tutto il possibile per garantire la sicurezza sanitaria – alla luce della notizia del primo morto da Sars-Cov-2 nella casa circondariale di Bologna di poche ore fa – di reclusi e operatori degli stessi penitenziari fra cui, primi fra tutti, gli agenti di custodia?

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Conte scelga il capoluogo di regione per il Consiglio dei ministri”

Carmen Mirarchi

Puccio: “Azienda unica ospedaliera risultato soddisfacente”

Matteo Brancati

Emergenza sanitaria, “Difendiamo l’ospedale” presenta un esposto alla Procura di Catanzaro

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content