Calabria7

Coronavirus, reazione avversa in un volontario: stop ai test del vaccino di Oxford

coronavirus vaccino

L’azienda farmaceutica AstraZeneca, che collabora con l’Università di Oxford, ha sospeso temporaneamente la sperimentazione del vaccino anti-Covid per una reazione avversa in un volontario in Gran Bretagna. “Lo stop – annuncia la società – è un’azione di routine che si adotta durante i test nel caso ci si trovi davanti a una reazione inspiegata per consentire le opportune verifiche da parte di una commissione indipendente. Non si sa, al momento, quanto durerà la sospensione.”

AstraZeneca è una delle case già ad uno stadio avanzato sulle sperimentazioni di un vaccino anti Covid. Anche se l’antidoto fosse alla fine approvato, questa battuta d’arresto potrebbe tradursi in timori sull’uso.  Eppure, i dati iniziali sui test erano apparsi molto promettenti, con il vaccino in grado di produrre una robusta risposta immunitaria e solo deboli effetti collaterali. Lo scorso mese l’azienda ha reclutato circa 30mila persone negli Usa per portare avanti il suo più vasto studio sul vaccino, che stava anche testando tra migliaia di persone in Gran Bretagna.

AstraZeneca è una delle tre aziende in corso, negli USA, per potenziali vaccini contro il Covid nella fase 3, i cui risultati erano attesi per la fine di settembre. Insieme a quello del colosso di biofarmaceutica svedese-britannica, gli altri due studi in corso sono di Pfizer e di Moderna. Questa è la prima volta che uno di questi tre studi viene sospeso per un’indagine relativa alla sicurezza e che allontana la possibilità di ottenere un vaccino per fermare la pandemia in tempi brevi.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, un nuovo caso positivo in Calabria: i dettagli

Andrea Marino

Coronavirus, caso sospetto a Polistena. Il sindaco: “L’Asp chiarisca”

Andrea Marino

Cittadinanzattiva TDM Calabria: “ASP Catanzaro in stato di degrado”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content