Calabria7

Coronavirus, scuole chiuse in Calabria: Spirlì divide il popolo social

spirlì scuola

La decisione di chiudere tutte le scuole di ogni ordine e grado assunta dal presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, ha scatenato pareri contrari e favorevoli. La Calabria è zona gialla, ma il governatore reggente ha spiegato di volere tutelare la popolazione dalla diffusione delle varianti al virus.  Spirlì non ha dubbi: “La necessità di arginare l’avanzata del Covid e delle sue varianti ci porta a prendere decisioni indispensabili. Tutti sappiamo che il popolo più aggredito dalla variante inglese è quello dei più giovani. Non possiamo permetterci – ha aggiunto Spirlì – di far arrivare questa onda d’urto sulla sanità e dobbiamo necessariamente prendere i provvedimenti del caso”.  Sui social, però, impazzano i commenti, prevalentemente negativi. In tanti, anche sul profilo social del governatore, contestano la differenza tra le attuali restrizioni come zona gialla e la drastica decisione di sospendere le lezioni in presenza.

I pareri di docenti e genitori

A difesa del governatore si sono schierati alcuni docenti. Secondo Raffaella, “quando si è trattato di sacrificare attività sociali per arginare l’epidemia, la Francia ha rinunciato a bar e ristoranti che restano chiusi da fine ottobre, a musei e teatri: la Francia rinuncia per tenere le lezioni in presenza! In Italia facciamo il contrario”. Carmen, anch’ella docente, non ha dubbi: “Noi insegnanti siamo appesi alle ordinanze di apertura e chiusura delle scuole, la Dad non si improvvisa dall’oggi al domani”.

A favore del presidente Spirlì, invece tanti genitori: “Presidente, firmi subito questa ordinanza – afferma Debora – non possiamo vivere più con l’ansia dei nostri bambini, dobbiamo tutelarli finché siamo in tempo”. A gennaio scorso, la stessa decisione di chiusura in presenza adottata da Spirlì, era stata impugnata davanti al Tar della Calabria che aveva accolto il ricorso dei genitori e aveva, di fatto, riaperto le lezioni in presenza. In questo clima, il ritardo imperante sui vaccini, con difficoltà anche nella ricostruzione del numero delle dosi ancora disponibili in regione.

Scuole chiuse in Calabria, Spirlì firma l’ordinanza: il testo (PDF)

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Crisi e Covid, Casartigiani chiede incontro in Regione su riprogrammazione fondi Por

Giovanni Bevacqua

Catanzaro, nuovo atto vandalico sul lungomare: l’inciviltà batte la generosità

manfredi

Coronavirus, 4.355 i residenti rientrati in Calabria

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content