Calabria7

Coronavirus, speranze da Oxford: “Vaccino stimola la risposta immunitaria negli anziani”

vaccino coronavirus

Il vaccino contro il Coronavirtus allo studio da parte dell’università di Oxford e di AstraZeneca – scrive il Financial Times – sembrerebbe dare una forte risposta immunitaria negli anziani. Il giornale anticipa i risultati del test clinico di fase 3 in corso. In particolare, il vaccino sperimentale “innesca anticorpi protettivi e linfociti T nei gruppi” di volontari “di età più avanzata e ciò ha incoraggiato i ricercatori a cercare prove del fatto che” la vaccinazione eviterà in questi soggetti “malattie gravi o morte a causa del virus”.

Risposte positive

Il sistema immunitario si indebolisce con l’età, e questo ha fatto temere ai ricercatori di tutto il mondo che proprio il gruppo che ha più bisogno della protezione di un vaccino possa generare la risposta meno efficaci una volta immunizzato. L’anticipazione di oggi fa eco ai risultati pubblicati a luglio, che hanno mostrato come il vaccino Oxford-Irbm abbia generato “risposte immunitarie robuste” in un gruppo di adulti sani tra i 18 ei 55 anni. I risultati precedenti hanno mostrato che il vaccino aveva indotto due forme di risposta immunitaria nei volontari: la generazione di anticorpi e di cellule T, secondo un’analisi pubblicata su ‘The Lancet’. I test di immunogenicità positivi non garantiscono però che il vaccino si dimostrerà sicuro ed efficace nelle persone anziane. Occorre attendere l’analisi dei dati completi per il gruppo di età più avanzata. Tuttavia, i ricercatori sono stati incoraggiati dagli ultimi sviluppi, i cui dettagli saranno presto pubblicati su una rivista scientifica. L’Università di Oxford ha rifiutato di commentare.

Burioni: “Notizia fantastica”

“Non potete immaginare quanto buona sia questa notizia. E’ fantastica. E’ una indiscrezione del Financial Times ma se è vera è proprio da essere felici. Come ho detto e ripetuto, ancora non sappiamo se un vaccino funzionerà. Ma tra pochissimo lo sapremo e speriamo siano buone notizie. Non è possibile fare alcuna previsione sulle date, ma teniamo duro perché potremmo essere davvero all’ultimo chilometro di una difficilissima tappa in salita, e se non molliamo possiamo vincerla”. Queste le parole su Facebook del virologo dell’Università S.Raffaele di Milano, Roberto Burioni.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, zero nuovi casi in Calabria: gli aggiornamenti

Andrea Marino

Sanità, Aiop scrive al commissario: “Confronto urgente”

Andrea Marino

Asp di Reggio, assistenza ai minori inesistente

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content