Calabria7

Coronavirus, stop alla fuga verso il Sud: intervenga l’esercito

coronavirus

“E’ una settimana molto importante per valutare l’andamento delle nostre curve. Però dobbiamo ricordarci che il grande contributo alle curve soprattutto nelle regioni dove c’è una forte circolazione, il nostro sforzo è quello di evitare che al Sud le curve riproducano la caratteristica che si è verificata al Nord”. Lo ha detto il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro nel punto stampa in Protezione Civile.

Si fermi la fuga verso il Sud

“I numeri di oggi dipendono più dal buonsenso degli italiani che dalla gestione, quantomeno confusa, dell’emergenza da parte del governo. Ora è importante per bloccare l’epidemia che vengano fermate in maniera più efficace le fughe dal Nord al Sud, dovute anche e soprattutto alla cattiva comunicazione di Conte”. Così a La Bussola su Rai News24 il deputato FI Francesco Paolo Sisto. “L’improvvisazione e l’approssimazione in questo momento non possono trovare spazio: dietro la terminologia vaga usata sabato sera dal premier c’è tutta l’incertezza, anche operativa, di Conte. Ciononostante siamo determinati a far sì che il governo ascolti le nostre proposte nell’interesse del Paese”, ha concluso.

Urge l’intervento dell’esercito

Il vice presidente di Forza Italia Antonio Tajani, nel corso dell’incontro con Giuseppe Conte, a Palazzo Chigi, ha chiesto di “utilizzare l’esercito per controllare gli spostamenti da Nord a Sud, dopo aver raccolto l’allarme dei governatori delle Regioni meridionali”. E’ quanto fanno sapere fonti di FI. In particolare, Tajani ha chiesto di valutare la possibilità di richiamare riservisti dell’esercito.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Città del Vento, consulenza gratuita ad insegnanti e personale Ata

manfredi

Catanzaro, presentati gli eventi di Settembre al Parco 2019 (SERVIZIO TV)

manfredi

Autonomia, Corte Conti: “Per attuarla occorre raccordo normativo”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content