Coronavirus: tamponi e delibere, sindaco-infermiere in trincea

marasco

E’ stato ormai ribattezzato come il sindaco-infermiere.

E’ Pino Marasco, 54 anni, sposato e padre di tre figli, dal maggio del 2019 primo cittadino di Nicotera, Comune in provincia di Vibo Valentia che negli ultimi quindici anni ha subito tre scioglimenti consecutivi per infiltrazioni mafiose. Infermiere di professione, lavora nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Vibo Valentia. La mattina in reparto, nel pomeriggio in giro ad eseguire i tamponi. “Pure io ho fatto il tampone – rivela all’AGI – che ha però dato esito negativo. Abbiamo eseguito i tamponi a tutti i dipendenti comunali ed agli amministratori dopo il contagio di una dipendente del Comune. Quest’ultima adesso è in quarantena a casa sua nel Reggino. Devo dire che l’Azienda sanitaria di Vibo Valentia ci ha attrezzato per il meglio per permetterci di fare i tamponi in maniera celere e sicura ed evitare i contagi e la diffusione del virus, non lesinando sforzi e dotandoci di tutto l’occorrente”.

E’ Pino Marasco, 54 anni, sposato e padre di tre figli, dal maggio del 2019 primo cittadino di Nicotera, Comune in provincia di Vibo Valentia che negli ultimi quindici anni ha subito tre scioglimenti consecutivi per infiltrazioni mafiose. Infermiere di professione, lavora nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Vibo Valentia. La mattina in reparto, nel pomeriggio in giro ad eseguire i tamponi. “Pure io ho fatto il tampone – rivela all’AGI – che ha però dato esito negativo. Abbiamo eseguito i tamponi a tutti i dipendenti comunali ed agli amministratori dopo il contagio di una dipendente del Comune. Quest’ultima adesso è in quarantena a casa sua nel Reggino. Devo dire che l’Azienda sanitaria di Vibo Valentia ci ha attrezzato per il meglio per permetterci di fare i tamponi in maniera celere e sicura ed evitare i contagi e la diffusione del virus, non lesinando sforzi e dotandoci di tutto l’occorrente”.

Tutti i tamponi ai dipendenti ed agli amministratori del Comune di Nicotera, eseguiti personalmente dal sindaco-infermiere, hanno per fortuna dato esito negativo.

Il lavoro del sindaco-infermiere non conosce però soste e tamponi sono stati effettuati e si stanno eseguendo in giro per diversi centro del Vibonese. Sia su soggetti che hanno manifestato dei sintomi, sia su alcuni soggetti asintomatici che, però, sono venuti a contatto con persone risultate positive. Il primo cittadino-infermiere si muove con un’auto medica fornita di tutti i dispositivi di protezione, così come voluto dall’Asp di Vibo Valentia: maschere, guanti, camice e tanto altro. Pino Marasco svolge il suo compito con professionalità e massima attenzione.

“Quando ho iniziato il mio lavoro da infermiere – spiega – eravamo in piena emergenza Aids, ma poi ho visto anche l’influenza aviaria e la Sars. Con il coronavirus la lotta sarà più dura ma supereremo anche questa. Ci vorrà però del tempo. Da parte mia, al momento, mi sento più infermiere che sindaco, ma non trascuro tale mio ultimo ruolo per cercare di non abbandonare nessuno dei miei concittadini di Nicotera e venire, come meglio posso, incontro ai loro bisogni ed alle loro esigenze”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il capo della Polizia ha partecipato all'inaugurazione di un murale dedicato alla figura dell'alto funzionario Angelo De Fiore, originario di Rota Greca, in provincia di Cosenza
l'analisi
Il sindaco uscente a C7: "Non sono io che devo parlare ma altri che devono esprimersi sulla mia ricandidatura"
Era impegnato nella messa in opera di un impianto idrico quando sarebbe stato travolto e schiacciato dal materiale accumulato sul bordo dello scavo
Ospite d'eccezione Alfredo D’Attorre della segreteria nazionale del Partito democratico, che ha ripercorso la vita di Puccio con episodi vissuti, evidenziando le sue "grandi qualità umane e politiche"
"Ammiro l'esempio di questi sacerdoti - che rappresentano l'Italia migliore - contro l'iniqua logica di sopraffazione e di violenza della criminalità organizzata"
Tutte e tre le auto erano parcheggiate in Via 4 Novembre, zona densamente abitata posta nella zona nord della città
batticuore
Medicine e attrezzi medico-sanitari dell'ospedale utilizzati per fini personali e per interventi in studi privati
Una risorsa fondamentale per i ricercatori, che favorisce l'identificazione di nuove molecole suscettibili di interventi terapeutici più efficaci
La presunta ''spedizione punitiva' sarebbe scattata dopo che il giovane aveva inscenato una protesta, dando fuoco in cella ad alcuni fogli di giornale
Premiato come unico italiano dall’American College of Surgeons di Boston, è ordinario di chirurgia all’Università degli Studi di Milano
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved