Calabria7

Coronavirus, torna la zona rossa. Ecco cosa si può fare

colore regioni

Da domani 31 dicembre fino al 6 gennaio l’Italia torna in zona rossa e tornano in vigore le restrizioni  del “decreto Natale”. Soltanto lunedì 4 gennaio sarà zona arancione

Spostamenti e coprifuoco

Per quanto riguarda gli spostamenti, questi sono vietati se non per comprovate esigenze di lavoro, necessità o salute. È  permesso raggiungere in due persone (sono esclusi dal conteggio i minori di 14 e i disabili) una sola abitazione al giorno all’interno della propria regione. Necessaria però l’autocertificazione. In zona rossa è dunque confermato il divieto di uscita dalle 22 alle 5. Unica eccezione è la notte tra il 31 dicembre e l’1 gennaio quando il divieto sarà prolungato fino alle 7 .

Ristorazione e commercio

Ristoranti, bar e pasticcerie sono chiusi, ma resta consentito ordinare a domicilio o per l’asporto entro le 22. Alcuni negozi possono restare aperti: tra questi gli alimentari, le farmacie, negozi di computer ed elettronica di consumo, apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni, negozi per bambini. Nessuna chiusura per tabaccai, librerie ed edicole. Aperti anche i benzinai così come i barbieri e i parrucchieri

Lo sport

Per quanto riguarda lo sport, nei giorni di zona rossa si potrà fare soltanto all’aperto, in forma individuale e senza la possibilità di uscire dal proprio comune. Restano dunque sospese le attività nei centri sportivi anche in forma individuale così come le  palestre, piscine, terme e centri benessere.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Cosenza, il cuore oltre l’ostacolo: contro il Chievo serve la vittoria

Antonio Battaglia

Regionali, Martino: “Non mandate a governare sempre le stesse facce”

Matteo Brancati

Asp Reggio, Giannetta: “Includere cure palliative in piano assunzioni”

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content