Corruzione al Comune di Rende, ex assessore ai Lavori Pubblici resta ai domiciliari

Il Riesame ha riconosciuto il quadro indiziario a carico di Munno confermando la misura cautelare degli arresti domiciliari

Resta agli arresti domiciliari l’ex assessore del Comune di Rende, Pino Munno. Lo ha deciso il Tribunale della Libertà di Catanzaro. Munno è indagato in un’inchiesta della Procura di Cosenza che, la scorsa settimana, ha coinvolto l’amministrazione comunale di Rende. I giudici del Riesame hanno però annullato il capo di imputazione relativo alla realizzazione di alcuni lavori al cimitero e nel quartiere residenziale di Rende Villaggio Europa.

Ex assessore resta agli arresti domiciliari

Ex assessore resta agli arresti domiciliari

Per il resto, il Riesame ha riconosciuto il quadro indiziario a carico di Munno confermando la misura cautelare degli arresti domiciliari. L’ex assessore comunale di Rende è difeso dall’avvocato Sabrina Rondinelli. Nella stessa inchiesta è indagato anche il sindaco di Rende, Marcello Manna. Per lui l’udienza davanti al Tribunale della Libertà è fissato per il 29 novembre.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La denuncia dell’organizzazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106: "Infrastruttura ignorata"
Fabio Catalano lascia la guida della Squadra Mobile e diventa vicario del Questore di Vibo Valentia
"Dal Sud e dalla Calabria deve partire un’opposizione consapevole e costruttiva, ma severa e determinata, contro l’ennesima ingiustizia"
Torna “Sempre aperti a donare”, l’iniziativa solidale a sostegno delle comunità locali, che dal 2020 ha consentito di dare conforto a migliaia di persone con oltre mezzo milione di pasti caldi donati in tutta Italia
Monsignor Attilio Nostro denuncia l'accaduto e dal Duomo di San Leoluca lancia un appello: "Liberiamoci da ogni forma di oppressione e schiavitù"
Disposta la restituzione dei beni al sindaco Vincenzo Nania, all'architetto Francesco Mazza e all'imprenditore Maurizio Riccelli
"Quanti lividi, escoriazioni, offese e insulti dovremo ancora vedere tra le fila della Polizia Penitenziaria?"
Cinque persone tratte in arresto per furto di energia elettrica e dodici denunciate per occupazione abusiva di alloggi, furto di acqua e di energia elettrica
L’operazione ha impegnato oltre 60 militari nel territori del Pollino, dove si consumava lo spaccio di eroina, cocaina, hashish e marijuana
L'incendio aveva interessato un capannone nel comune di Caraffa e danneggiato altre 3 imprese: l'altro sospettato è gestore di una agenzia di pompe funebri
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved