Corruzione in Corte d’appello a Catanzaro, chiesto il processo per Manna e Petrini

L'accusa contestata è corruzione in atti giudiziari. Fissata per il prossimo 24 marzo dinnanzi al gup di Salerno l'udienza preliminare

La Procura di Salerno ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti dell’avvocato Marcello Manna, attuale sindaco di Rende ed ex presidente della Camera penale di Cosenza, e del giudice Marco Petrini (già sospeso dalle funzioni e condannato in primo grado a quattro anni e quattro mesi nel processo celebrato con rito abbreviato), nell’ambito di un altro filone dell’inchiesta denominata “Genesi” sul presunto aggiustamento di un processo in Corte d’Appello a Catanzaro. Nei confronti dei due indagati l’accusa contestata dal pm Francesca Fittipaldi è corruzione in atti giudiziari. Il loro destino verrà deciso il prossimo 24 marzo nel corso dell’udienza preliminare che si terrà dinnanzi al gup di Salerno Carla Di Filippo.

Le accuse di Petrini, la difesa di Manna

Le accuse di Petrini, la difesa di Manna

Secondo l’ipotesi accusatoria, Petrini (difeso dall’avvocato Francesco Calderara) avrebbe ricevuto da Manna (assistito dagli avvocati Armando Veneto e Paolo Carbone) cinquemila euro al fine di decretare l’assoluzione nel processo d’appello del boss di Rende Francesco Patitucci, accusato di concorso nell’omicidio di Luca Bruno (ritenuto il reggente dell’omonimo clan di Cosenza) e condannato in primo grado a 30 anni di reclusione. In sede di incidente probatorio Petrini aveva confermato di aver ricevuto denaro dall’avvocato Manna ma il legale cosentino aveva respinto ogni accusa evidenziando a sua difesa le contraddizioni emerse nel racconto del giudice. A rendere ancora più complicata la vicenda anche un filmato girato dalla Guardia di finanza allegato agli atti dell’inchiesta. In questo video si vede Manna consegnare una cartella a Petrini. Sul contenuto è ancora mistero e le dichiarazioni fornite dai due indagati agli inquirenti sono diametralmente opposte.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il membro Udc chiede la restituzione del medaglione sacro sottratto dalla chiesa di Bovalino. “Ogni reato deve essere considerato grave”
Il governatore ha partecipato alla Conferenza dei delegati calabresi al congresso del partito svoltasi a Lamezia Terme
L'iniziativa è partita dalla Casa del Popolo Thomas Sankara e ha visto l'adesione di diverse realtà e associazioni cittadine
La struttura, funzionante da 30 anni, custodisce 90 mila volumi e gestisce oltre 2 milioni di schede bibliografiche on line
Già in passato si erano verificati episodi simili ai danni dell’imprenditrice. Coldiretti Calabria: "Un vile atto e un gesto inqualificabile" 
Per l’8 Marzo la città ospita il cartellone "Il senso delle donne”, sostenuto dal Comune in collaborazione con le associazioni del territorio
Il gruppo provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica si è riunito con la presenza della sottosegretaria all’Interno Wanda Ferro, tra altri
Le segreterie nazionali: “Riduzione preoccupante delle attività. La situazione sta degenerando in tutti i territori interessati, inclusa la Calabria”
Il caso
Dopo la vergognosa guerriglia post-derby le due Questure facciano subito luce su quanto accaduto. Ancora si attendono i Daspo dell’andata
A Lamezia Terme, il segretario generale del sindacato ha partecipato insieme a Roberto Occhiuto a un'iniziativa sullo sviluppo del Mezzogiorno
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved