Calabria7

Cosenza, il candidato sindaco Francesco Caruso: “Non lasciamo la città in mano ai distruttori”

Ballottaggio a Cosenza. Il candidato a sindaco del centrodestra Francesco Caruso sta dedicando l’ultimo scorcio della sua campagna elettorale agli incontri tra la gente, nei quartieri. Per niente interessato a polemiche basate sugli apparentamenti politici del competitor, che reputa “meri accordi di interesse per la gestione del potere e senza una visione progettuale per il bene comune”. Il refrain che accorpa i suoi punti programmatici riguarda il fatto che la città non può permettersi di tornare a un passato buio. “La mia Cosenza – afferma il vicesindaco uscente Francesco Caruso -merita di essere considerata per quello che è: una città europea, moderna, dinamica che ha saputo conquistare prestigiosi riconoscimenti nazionali e numerosi apprezzamenti da parte di visitatori e istituzioni che riconoscono una visione innovativa ed europea. Non la città perfetta, ovvio. Le città perfette non esistono. Ma ci sono città che crescono e città che regrediscono. Cosenza in questi anni è cresciuta e abbiamo il dovere di proteggerla come il più prezioso dei patrimoni. Tutti, nessuno escluso”. Caruso, in sintesi, insiste sulla città che Cosenza è diventata e che può ancora diventare: “un patrimonio da difendere e da non lasciare in mano ai distruttori”.

LEGGI ANCHE: Elezioni a Cosenza, il candidato a sindaco Francesco Caruso: “Dritti verso la città del futuro”

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Ictus dopo la prima dose di vaccino, calabrese ricoverata in gravi condizioni

Maria Teresa Improta

Coronavirus, positivo anziano ricoverato all’ospedale di Castrovillari

Matteo Brancati

Acqua, ridotta erogazione in alcune zone di Cosenza

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content