Cosenza, Telesio prima scuola a fare “Smart Working”

È in Calabria, precisamente a Cosenza, la prima scuola in Italia a sperimentare lo smart working tra docenti. Si tratta del Liceo Classico “Telesio”, all’avanguardia ed innovativo su tantissimi fronti, dalla didattica all’organizzazione e gestione del lavoro. È una sperimentazione molto semplice con la quale si percorrono nuove modalità spazio-temporali di svolgimento della prestazione lavorativa garantendo performance pienamente soddisfacenti.

La sperimentazione è consistita nella costituzione di un Dipartimento denominato ‘Innovazione e Comunicazione’ DIC (al quale afferisce anche l’Ufficio Stampa dell’istituzione scolastica, coordinato da un giornalista) costituito da un gruppo di docenti e dal Dirigente: tale Dipartimento lavora con modalità innovative e flessibili, avvalendosi degli strumenti di comunicazione dati dalle nuove tecnologie, garantendo il raggiungimento degli obiettivi fissati dalla dirigenza che, poi, costituiscono oggetto di valutazione nell’ambito dei percorsi di misurazione della performance organizzativa e individuale all’interno della stessa istituzione scolastica. Tale modus operandi verrà ora sperimentato anche in altre Commissioni e Dipartimenti.

La sperimentazione è consistita nella costituzione di un Dipartimento denominato ‘Innovazione e Comunicazione’ DIC (al quale afferisce anche l’Ufficio Stampa dell’istituzione scolastica, coordinato da un giornalista) costituito da un gruppo di docenti e dal Dirigente: tale Dipartimento lavora con modalità innovative e flessibili, avvalendosi degli strumenti di comunicazione dati dalle nuove tecnologie, garantendo il raggiungimento degli obiettivi fissati dalla dirigenza che, poi, costituiscono oggetto di valutazione nell’ambito dei percorsi di misurazione della performance organizzativa e individuale all’interno della stessa istituzione scolastica. Tale modus operandi verrà ora sperimentato anche in altre Commissioni e Dipartimenti.

Il Dirigente Scolastico del Liceo Classico “Telesio” di Cosenza, ing. Antonio Iaconianni, entusiasta di questo primo periodo di sperimentazione ha così commentato: «Il nostro Liceo continua a percorrere nuove strade al passo con i tempi ed a rappresentare un importante punto di riferimento nazionale per quanto riguarda anche l’innovazione nella gestione ed organizzazione della pubblica amministrazione. Ho seguito con interesse i lavori di questo Dipartimento – ha continuato il Preside – e non posso che sottolineare quanto la produttività in termini di ore di lavoro sia stata decisamente superiore rispetto al classico lavoro in presenza, con risultati ad oggi eccellenti. Autorevoli commentatori ed analisti – ha aggiunto Iaconianni – hanno affermato che il 2019 sarebbe stato l’anno dello Smart Working ed il c.d. “Lavoro Agile’”, anche nella pubblica amministrazione,  sarebbe finalmente uscito dall’alveo sperimentale per inserirsi a pieno titolo fra quei modelli organizzativi che, più di altri, si nutrono e si avvantaggiano dei benefici indotti dalla rivoluzione digitale in corso. Non so, sinceramente se è stato così, so solo che nel nostro piccolo abbiamo voluto dare un importante segnale al Paese, offrendo come scuola il “buon esempio”, cogliendo che questo sarà il futuro del lavoro anche nella P.A., pertanto anche la Scuola, che oggi più che mai è chiamata ad essere al passo con i tempi, al fine di garantire un servizio all’utenza sempre più efficiente, deve intraprendere nuovi percorsi di gestione. Oggi il Liceo “Telesio” – ha concluso il Dirigente – parla all’Italia di un esperimento, l’ennesimo, ben riuscito: un piccolo tassello dal quale partire per una rivoluzione digitale del mondo del lavoro nel nostro Paese!».

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved