Calabria7

Covid-19, Fimmg Catanzaro: “Acquistate 2000 mascherine per i medici”

fimmg coronavirus

“Il Consiglio Direttivo della Fimmg Catanzaro ha deliberato all’unanimità l’acquisto di duemila mascherine da destinare ai medici di medicina generale e di continuità assistenziale per l’emergenza Covid-19”. Lo rende noto la Fimmg di Catanzaro.

“Considerati i pericoli che affrontano quotidianamente i medici di medicina generale, impegnati in prima linea nella battaglia contro il Covid-19, il Consiglio Direttivo della Fimmg – afferma il segretario provinciale dott. Gennaro De Nardo – non ha esitato a intervenire per colmare una inaccettabile lacuna del sistema sanitario nazionale e fornire le necessarie protezioni ai suoi iscritti”. “Operiamo a mani nude e non potevamo attendere oltre. L’emergenza epidemiologica che stiamo vivendo – precisa il dott. De Nardo – impone l’utilizzo immediato dei dispositivi di protezione individuale, necessari per continuare a svolgere la nostra professione con la dovuta serenità attenendoci scrupolosamente ai doveri deontologici e alle linee guida fornite dal governo”.

“I contagi e decessi che hanno investito i medici di medicina generale e gli operatori sanitari suscitano in noi – aggiungono dalla Fimmg Catanzaro – un sentimento di profonda tristezza. Con lo stesso stato d’animo siamo vicini alle famiglie delle migliaia di persone che sono scomparse per e con l’infezione virale”.

“In queste ore – rendono noto dalla Fimmg – stiamo provvedendo alla distribuzione ai medici di medicina generale e di continuità assistenziale delle duemila mascherine che sono già in nostro possesso. Solo il rispetto delle regole e l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza può contenere la diffusione del virus che, ci auguriamo, possa decrescere repentinamente in Italia e in Calabria”. “Ci auguriamo che le U.S.C.A. (Unità Speciali di Continuità Assistenziale) che rappresentano un valore aggiunto per la gestione domiciliare dei pazienti affetti da Covid-19, previste nel decreto del Presidente della Regione Calabria n. 25 del 29/03/2020, possano essere realizzate con tutta l’attenzione necessaria affinché gli operatori sanitari – concludono – operino nella piena protezione e tutela della loro incolumità con particolare riferimento alle dotazioni di DPI (mascherine, visiere, calzari, guanti, tute) e comunque previo percorso formativo idoneo alla gestione dei delicati  interventi”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Esplode radiatore del termosifone, bimba ustionata nel Catanzarese

manfredi

Coronavirus, Codacons chiede incriminazione per strage su Rsa Chiaravalle

Danilo Colacino

Sellion Motion Village, sabato la chiusura

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content