Covid, autocertificazione per spostarsi durante il coprifuoco. Ecco quando serve

Con i provvedimenti delle ultime ore per limitare l’epidemia di Coronavirus in Italia, torna ‘in scena’ il modulo di autocertificazione. Con il nuovo Dpcm servirà per spostarsi durante il coprifuoco alle 22 che scatta in tutte le zone (gialla, arancione, rossa). Ma non sarà l’unica occasione in cui andrà fornito. Il premier Giuseppe Conte, in conferenza stampa, ha specificato che “l’autocertificazione è collegata ai divieti, se c’è un divieto per quanto riguarda gli spostamenti va motivato con l’autocertificazione. Quando c’è la raccomandazione non va offerta nessuna autocertificazione, ma ci auguriamo che anche le raccomandazioni vengano rispettate”.

Il modulo è lo stesso che era stato predisposto in occasione del Dpcm del 24 ottobre e già utilizzabile per le ordinanze in vigore nelle Regioni dove era stato stabilito il coprifuoco. Si tratta di un modello standard – che avranno a disposizione tutte le pattuglie delle forze di polizia – dove i cittadini dovranno indicare i motivi dello spostamento. I controlli verranno fatti a campione e chi non riuscirà a dimostrare il motivo indicato nell’autocertificazione, verrà denunciato.

Il modulo è lo stesso che era stato predisposto in occasione del Dpcm del 24 ottobre e già utilizzabile per le ordinanze in vigore nelle Regioni dove era stato stabilito il coprifuoco. Si tratta di un modello standard – che avranno a disposizione tutte le pattuglie delle forze di polizia – dove i cittadini dovranno indicare i motivi dello spostamento. I controlli verranno fatti a campione e chi non riuscirà a dimostrare il motivo indicato nell’autocertificazione, verrà denunciato.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Le segreterie nazionali: “Riduzione preoccupante delle attività. La situazione sta degenerando in tutti i territori interessati, inclusa la Calabria”
Il caso
Dopo la vergognosa guerriglia post-derby le due Questure facciano subito luce su quanto accaduto. Ancora si attendono i Daspo dell’andata
A Lamezia Terme, il segretario generale del sindacato ha partecipato insieme a Roberto Occhiuto a un'iniziativa sullo sviluppo del Mezzogiorno
L’uomo, un assistente capo coordinatore 55enne, è morto nella sua abitazione mentre era libero dal servizio
Approvata anche la deliberazione che amplifica l’accesso dei soggetti fragili non autosufficienti ai servizi di assistenza semi residenziale
Il cadavere dell'uomo, vittima di lupara bianca, fu seppellito nel 2017 nei boschi di Ariola, dove fu rinvenuto nel 2020
Scongiurati ulteriori disagi, le scuole rimaste chiuse oggi nelle aree interessate dai lavori, saranno regolarmente aperte domani
scirocco
La strategia della famiglia Minieri per abbattere i costi e aumentare i profitti sversando i rifiuti anche in mare
"Si sta raccontando una bugia. Quelle risorse e quei soldi oggi vanno spesi per dare gli ospedali e le cure alle persone che non ce li hanno"
L’iniziativa prende lo spunto dall’esaltante traguardo raggiunto dal primario Vincenzo James Greco che ha superato quota 1000 interventi di chirurgia laparoscopica colorettale
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved