Calabria7

Covid, Corbelli lancia la petizione per la chiusura delle scuole: “Attentato alla salute”

Una petizione online per chiudere le scuole a causa della pandemia, ha raggiunto oltre mille adesioni in poche ore. L’iniziativa è stata promossa dal leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, attraverso la pagina Facebook del movimento.

Nella petizione si evidenzia: “La immediata chiusura delle scuole, anche in Italia, almeno sino a Pasqua, come si sta facendo in mezza Europa (le scuole sono infatti state già chiuse in Inghilterra, Germania, Austria, Danimarca, Paesi Bassi, Portogallo e si appresta a farlo anche la Francia, dopo la nuova impennata di contagi e morti e dopo aver visto i disastri causati anche dalla riapertura delle scuole, nei mesi scorsi) e come ha fatto finanche la Cina (chiusura delle scuole sino a marzo, nonostante il virus in questo grande Paese pare sia praticamente scomparso!) per scongiurare una strage o i responsabili, del mancato intervento, finiranno davanti ad un Tribunale speciale, come a Norimberga!”.

Corbelli, che parla, della riapertura delle scuole come di “un attentato alla salute e alla vita di milioni di studenti e docenti e delle loro famiglie”, definisce le scuole delle “autentiche polveriere pronte ad esplodere”, cita, in un video, i “pareri di autorevoli scienziati (i prof. Galli, Crisanti, Pregliasco, Lopalco…) e dello stesso consulente del Ministro della Salute, il prof. Ricciardi, da sempre assolutamente contrario alla riapertura degli istituti, che tre giorni fa ha dichiarato di essere preoccupatissimo per la variante inglese, aggiungendo che le scuole sono il centro di trasmissione di questa variante”.

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Serie B, a Cosenza è finita anche la fortuna: il commento (VIDEO)

Antonio Battaglia

Fittasi stanze a Firenze: no animali…. No Calabresi

Giovanni Caglioti

Cutro, in fiamme container di pannelli isolanti

nico de luca
Click to Hide Advanced Floating Content