Calabria7

Covid, imprenditore no vax tenta di curarsi da solo: trovato morto in casa

Omicron tamponi rapidi

Aveva contratto il Covid e stava cercando di combatterlo da solo a casa, convinto che le cure domiciliari fossero sufficienti, ma dopo l’aggravarsi delle condizioni di salute è morto. È accaduto ieri a Trieste, nel quartiere di Padriciano. Vittima un imprenditore di 50 anni, Igor Devetak, difensore delle posizioni no vax. La notizia riportata da Il Piccolo è stata ripresa da ansa. L’uomo insieme alla moglie gestiva un bed and breakfast ed era titolare di una piccola impresa. Secondo la ricostruzione del quotidiano, il 50 enne era stato colto giorni fa dai primi sintomi dell’infezione e aveva optato per le cure domiciliari.

All’aggravarsi delle sue condizioni, a causa di una crisi cardiaca, è stato però necessario l’intervento dei sanitari del 118. Al loro arrivo l’uomo era già in arresto cardiaco e i ripetuti tentativi di rianimazione si sono rivelati vani. “Vediamo purtroppo che ci sono sempre più casi di persone che scelgono queste cure domiciliari. Lo constatiamo ormai ogni giorno. La situazione sta diventando drammatica – riferisce al quotidiano il primario del 118 di Trieste, Alberto Peratoner – Affidarsi a cure e a professionisti non in linea con le evidenza scientifiche è molto pericoloso”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Cina prima potenza già nel 2028, il Covid accelera il sorpasso sugli Usa

Antonio Battaglia

Vaccino, Locatelli: “Terza dose dopo 5 mesi. Obbligo? Per alcune categorie”

Antonio Battaglia

Si ferma per guardare il fiume, ma viene travolto dalla forza dell’acqua

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content