Calabria7

Covid, incontro Regione-Confapi per il Trasporto non Tpl: qualche schiarita, ma la strada è ancora lunga

di Danilo Colacino

I massimi esponenti di Confapi Calabria nelle persone del presidente regionale e numero due nazionale Francesco Napoli, del suo omologo con delega ai Trasporti Luigi Falco e del vice di quest’ultimo Vittorio Chiappetta, da poco reduci dalla riunione con l’assessore allo Sviluppo economico Fausto Orsonmarso, hanno espresso moderata soddisfazione per la proficua interlocuzione avuta.

Questo l’esito del confronto, a cui hanno peraltro partecipato i responsabili di zona della categoria del Trasporto privato passeggeri e servizio di Noleggio con conducente (non Tpl), al termine della manifestazione indetta stamani che ha coinvolto oltre 100 bus, provenienti da tutta la Calabria, giunti in corteo davanti alla sede della Cittadella nell’area di Germaneto a Catanzaro.

Motivo della protesta, come premesso negli altri approfondimenti sul tema di calabria7.it, il disinteresse da parte della classe politica locale e nazionale patito da tali imprenditori.

Gente che, pur non percependo alcun contributo pubblico malgrado l’attività svolta, nell’occasione ha ‘bussato’ al più noto ‘palazzo del potere’ calabrese per presentare un pacchetto di proposte essenziali per la ripresa delle loro ditte.

Una richiesta di aiuto venuta di chi, a causa dello stramaledetto Coronavirus, ha mezzi per milioni di euro di valore fermi…ai box ormai dalla scorsa metà di marzo e centinaia di dipendenti in cassa integrazione a 900 euro al mese. Lavoratori che, per quanto li riguarda, vogliono tornare a svolgere le abituali mansioni e a percepire lo stipendio intero.

I dati sono insomma ragguardevoli e li ha brevemente riassunti per noi Falco: “Stamani abbiamo messo insieme circa 100 pullman in rappresentanza di altrettante imprese con una pianta organica complessiva, limitata ai soli soci Confapi e senza contare l’indotto, di quasi 1.200 unità e un parco mezzi pari a 750 bus. Parliamo di un settore chiave per un contesto che vive di Turismo come quello calabrese, massacrato dagli effetti dell’emergenza Covid, quale il Trasporto passeggeri, l’Ncc e i viaggi di media e lunga percorrenza.

Ecco perché ci aspettiamo soluzioni immediate dalla cabina di regia con gli assessori di riferimento Orsamarso e Domenica Catalfamo, oggi invece assente”.

E a un efficace tavolo tecnico ha fatto cenno pure Chiappetta, che ha insistito sulle 5-6 richieste avanzate dalla sua Confederazione.

Istanze che ci ha illustrato nello specifico Napoli: “Assai positivo, come ovvio, il bilancio della nostra manifestazione al cui termine, come noto, abbiamo incontrato il membro della Giunta Santelli, Orsomarso. Insieme a lui abbiamo convenuto di stilare un Protocollo urgente per salvare il salvabile e soprattutto dare concreto avvio alla ripartenza del settore interessato. Una filiera che dovrà dialogare con tour operator, albergatori ed esponenti dell’Anci almeno relativamente ai Comuni che vivono grazie ai visitatori provenienti da fuori Calabria. Si tratta di una sinergia con villaggi e strutture di molte aree in attesa di un tanto rapido quanto decisivo contributo della Regione e del Governo nazionale”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Idonei al concorso allievi agenti Polizia esclusi per emendamento Lega

Mirko

Legacoop Cosenza, De Luca confermato coordinatore

manfredi

Coronavirus, la proposta del Corecom: “Wi-Fi gratuito in tutta la Calabria”

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content