Calabria7

Covid, l’Istituto superiore di sanità: “Mortalità 60-79 anni quasi tre volte più alta senza vaccino”

vaccino covid

Nella popolazione di età compresa tra i 60 e i 79 anni senza vaccino anti Covid, il tasso di mortalità, per il periodo che va dal 30 settembre al 30 ottobre, risulta quasi tre volte più alto rispetto ai vaccinati con booster e tre volte e mezzo rispetto ai vaccinati con quarta dose da meno di 4 mesi. Lo indica, secondo l’Adnkronos, l’Istituto superiore di sanità nel report settimanale esteso sull’andamento dell’infezione da Sars-CoV-2 in Italia.

Nella stessa classe di età, per quanto riguarda le ospedalizzazione – nel periodo dal 7 ottobre al 6 novembre – il tasso risulta due volte più alto rispetto sia ai vaccinati con dose booster sia ai vaccinati con quarta dose da meno di 120 giorni.

I ricoveri in terapia intensiva, sempre dal 7 ottobre al 6 novembre, risultano due volte più alto rispetto sia ai vaccinati con dose booster che ai vaccinati con quarta dose da meno di 4 mesi. In aumento rispetto alla scorsa settimana la percentuale dei casi Covid-19 segnalati nella popolazione in età scolare, in confronto al resto della popolazione (9,5% contro 9,2%). Nel dettaglio: il 14% dei casi in età scolare diagnosticato nei bambini sotto i 5 anni, il 31% nella fascia d’età 5-11 anni, il 55% nella fascia 12-19 anni.

Dall’inizio dell’epidemia diagnosticati e riportati al sistema di sorveglianza integrata Covid, 4.735.558 casi nella popolazione 0-19 anni, di cui 24.323 ospedalizzati, 543 ricoverati in terapia intensiva e 79 deceduti.

© Riproduzione riservata.
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content