Calabria7

Crea gruppo Fb contro consiglio comunale Catanzaro: oscurato

Oscurato da Facebook perché autore di una pagina che incita alla violenza. Questa la motivazione ricevuta dal social, a giustificazione della sospensione di un profilo, da un cittadino catanzarese.

La storia è quella di Giuseppe, che ha pubblicamente denunciato quanto accadutogli. In sostanza, Facebook ha sospeso il suo personale profilo ed ha eliminato il gruppo da lui stesso creato ed amministrato denominato #primacatanzaro. La sua personale protesta diffusa a mezzo social è relativa all’inchiesta Gettonopoli ed alla volontà di raccogliere i catanzaresi “indignati”, soprattutto dopo le varie puntate della trasmissione di La 7, condotta da Massimo Giletti, “Non è l’Arena”. Questa sua azione sarebbe stata considerata violenta dall’algoritmo del social, tanto da sospendergli profilo e gruppo.

Ma proprio da Facebook arriva già il sostegno a Giuseppe. In poco tempo è nato un gruppo, creato da Francesco Di Lieto, del Codacons, denominato adesso Oscurateci tutti, che comincia a raccogliere le prime adesioni. “Solidarietà a Giuseppe – si legge in un post – oscurato solo per aver chiesto le dimissioni del consiglio comunale di Catanzaro”. Intanto, domani venerdì 7 febbraio alle ore 17,00 un incontro pubblico si terrà alla Casa delle Culture (palazzo della Provincia di Catanzaro), organizzato dal Movimento 5 Stelle dal titolo Gettonopoli e le trame di palazzo.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sanità al vaglio delle Commissioni Anti-‘ndrangheta e Vigilanza

manfredi

Inchiesta sulle mascherine cinesi, indagato per peculato l’ex commissario Arcuri

bruno mirante

Consiglio Comunale Catanzaro, approvato rendiconto di gestione

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content