Crollo ponte Sila – Mare, il sindaco: “Il paese non può rimanere isolato”

"Siamo stati fortunati perché la strada era stata chiusa al traffico un’ora prima per una frana, altrimenti sarebbe stata una tragedia”

“Il ponte è sotto sequestro i cittadini sono indignati perché non può crollare in questo modo un viadotto”. Lo ha detto all’AGI il sindaco di Longobucco, Giovanni Pirillo, commentando quanto accaduto ieri con il crollo del viadotto sulla strada Sila-Mare nel Comune del Cosentino. Il primo cittadino è in attesa di parlare con il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, che lo ha convocato per questo pomeriggio.

“Strada deve essere completata e consegnata ai cittadini”

“Strada deve essere completata e consegnata ai cittadini”

“Sto aspettando per parlare con il presidente Occhiuto – ha detto il sindaco – per cercare di riflettere sul da farsi. Il governatore è intenzionato ad andare avanti nella realizzazione di questa strada che non può rimanere la solita incompiuta. Questa strada deve essere completata e consegnata ai cittadini ed è questo che chiedo alle istituzioni. Il paese  – ha aggiunto – non può rimanere isolato e spero che le decisioni che si prenderanno diano forza al popolo di Longobucco. Nella sfortuna siamo stati fortunati perché la strada era stata chiusa al traffico un’ora prima per una frana, altrimenti ci saremmo trovati di fronte alla tragedia del Ponte di Genova”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Centinaia di soci dell’associazione “Fiat 500 Club Italia” si sono dati appuntamento a Paravati sulla spianata del Santuario Cuore immacolato di Maria Rifugio delle Anime
La "danza" sulle note di Claudio Cecchetto durante un corso nazionale della Società Italiana di Medicina Legale
Dai verbali non emergono violenze o costrizioni, ma per il gip "basta il rapporto di affidamento" tra insegnante e allieva "per neutralizzare l'efficacia del consenso"
Rimasta ferita anche una bambina, trasportata con l'elisoccorso all'ospedale
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved