Calabria7

Crotone, nel 2019 scoperti 8 mln imposte evase: 50 denunce

evasori nel vibonese

Sono state 153 le indagini condotte nel 2019, nei vari settori di sua competenza, dal comando provinciale della Guardia di finanza di Crotone su delega della Dda di Catnzaro, della Procura ordinaria di Crotone e della magistratura contabile.

La lotta all’evasione fiscale ha portato alla scoperta di un’evasione delle imposte pari a circa 8 milioni di euro, sono stati denunciati 50 soggetti per reati fiscali mentre i sequestri di disponibilità patrimoniali e finanziarie ai responsabili di frodi fiscali ammontano a circa 2.820.000 euro. Nel contrasto all’economia sommersa sono stati scoperti 11 soggetti sconosciuti al fisco, i cosiddetti “evasori totali”, mentre con specifico riferimento allo sfruttamento della manodopera irregolare 17 datori di lavoro sono risultati aver impiegato 25 lavoratori in “nero”. Nell’ambito della lotta agli illeciti nel settore della spesa pubblica sono stati scoperti casi di illegittima percezione o richiesta di finanziamenti (pubblici, comunitari e nazionali) pari a circa 3.500.000 euro e denunciati 8 soggetti. Inoltre è stato segnalato alla Procura regionale della Corte dei conti un danno erariale, quantificato in complessivi 1.016.358 euro a carico dell’associazione Opus Onlus.

In merito la Corte dei conti di Catanzaro ha emesso un decreto di sequestro conservativo, nei confronti dei responsabili, fino alla concorrenza della somma di circa 837.000 euro.

Sono state quindi individuate diverse truffe nel settore previdenziale per oltre 168.000 euro, con la denuncia all’autorità giudiziaria di 27 soggetti. Per quanto riguarda il contrasto alla criminalità organizzata la Guardia di finanza, nel corso del 2019, ha eseguito tre importanti operazioni. Di particolare spessore è quella denominata “Malapianta” con l’arresto 35 persone, accusate di associazione mafiosa, traffico di stupefacenti, estorsione, usura, porto e detenzione illegale di armi, intestazione fittizia di beni, reati tutti aggravati dalle modalità mafiose. Le indagini hanno consentito di scoprire l’esistenza di una “locale di ‘ndrangheta” nell’agro di San Leonardo, nel Comune di Cutro, in provincia di Crotone, facente capo alle famiglie Mannolo, Trapasso e Zoffreo, con ramificazioni operative non solo in Calabria ma anche in Puglia, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, nonché con proiezioni estere.

Sottoposti a sequestro beni mobili ed immobili per un valore complessivo pari a circa 30 milioni di euro.

L’operazione “Thomas” che ha portato all’arresto di tre persone, la Finanza ha accertato come negli anni la locale di ‘ndrangheta capeggiata dal Nicola Grande Aracri, capo crimine della Provincia di Crotone, attualmente detenuto in regime di 41 bis, abbia esercitato la sua influenza sul Comune di Cutro, disponendo della compiacenza di insospettabili professionisti, imprenditori e amministratori locali, gestendo di fatto numerosissimi appalti e traendone diretto e cospicuo giovamento economico. Infine le Fiamme Gialle crotonesi sono state impegnate nelle indagini coordinate dalla Dda di Salerno, nell’ambito dell’operazione denominata “Genesi” che ha consentito di individuare svariati episodi corruttivi in atti giudiziari.

In particolare è stata ricostruita l’esistenza di un sistema corruttivo finalizzato a condizionare processi e sentenze con l’emissione di provvedimenti restrittivi nei confronti di 8 persone fra cui il presidente della Corte d’Appello di Catanzaro Petrini. Nei primi mesi del 2020, dall’inizio della pandemia, infine, la Guardia di finanza è stata fortemente impegnata nelle attività a tutela dei consumatori, volte a contrastare le fattispecie fraudolente riferite, da un lato, all’illecita commercializzazione di dispositivi di protezione individuale e beni utili a fronteggiare l’emergenza epidemiologica e, dall’altro, a condotte ingannevoli e truffaldine. In particolare ha eseguito complessivamente 471 interventi, a fronte dei quali si è proceduto a segnalare 97 soggetti all’autorità giudiziaria nonchè ad elevare 60 verbali per altrettante violazioni amministrative.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Serie A, l’Atalanta rifila una manita al Crotone: male la prima per Cosmi

Antonio Battaglia

Vaccino a domicilio e servizio taxi, le iniziative del Comune di Locri per andare incontro ai più fragili

bruno mirante

Furti e rapine in appartamenti: due arresti nel Vibonese

Carmen Mirarchi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content