Calabria7

Crotone, serve più carattere: a Castellammare la prova del nove

di Antonio Battaglia – Cinque squadre raccolte in un fazzoletto cortissimo di un punto, con il secondo posto come obiettivo vitale. Scandiamole: Crotone, Spezia, Frosinone, Salernitana, Pordenone. Beh, senza dubbio gli Squali ci sembrano quelli più attrezzati a reggere il gioco.

L’organico pitagorico, costruito in maniera eccezionale nella scorsa estate, è passato al livello “corazzata” grazie ad una finestra invernale di calciomercato praticamente perfetta: Gerbo, Armenteros e Jankovic sono tre colpacci che testimoniano ancora una volta le elevate ambizioni dei Vrenna. Per realizzare i sogni, tuttavia, serve passare ai fatti.

L’ultimo successo casalingo contro la Cremonese ha riesumato certamente gli Squali dopo le due sconfitte consecutive, lasciando d’altro canto parecchie perplessità sull’espressione di gioco: tanto possesso palla, manovra timorosa e confusa, poca pericolosità nella trequarti avversaria. Insomma, la crisi in fase realizzativa continua a pieno regime.

A far sorridere i tifosi pitagorici, però, è il cinismo con cui Simy & co. hanno ottenuto la vittoria: un successo del genere, ai titoli di coda dopo 87 minuti di piena sofferenza, non era affatto scontato. Chiaro sintomo della determinazione che alberga nello spogliatoio rossoblu. In attesa di recuperare lo smalto dei giorni migliori, è necessario continuare a mettere fieno in cascina per non perdere il treno promozione. Se con disinvoltura o con tribolazioni varie, beh, poco importa.

La prova del nove per verificare l’effettiva continuità di risultati è in programma domani alle ore 15, sul terreno della Juve Stabia. Non inganni la posizione di classifica delle Vespe, che sono reduci da ben tre vittorie nelle ultime quattro gare: un ruolino certamente importante, per una squadra che può vantare identità chiara e gioco convincente.

Quello del “Menti” sarà dunque un banco di prova assolutamente delicato: serviranno carattere e grinta, elementi essenziali per continuare a tenere il passo delle dirette concorrenti. D’altronde, una classifica così complicata non ammette ulteriori passi falsi.

Capitolo formazione. Davanti a Cordazm atteso il trio difensivo Golemic-Spolli-Gigliotti. A centrocampo, Molina e Crociata assisteranno sugli esterni la mediana composta da Benali, Barberis e Crociata, mentre in avanti Simy sarà affiancata dal ritrovato Messias.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro-Rieti 2-0, il commento (VIDEO)

manfredi

Comune Isola Capo Rizzuto: nominata giunta, Micalizzi vice sindaco

Mirko

Tutto Giallorosso – 04 febbraio 2019

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content