Calabria7

Crotone volenteroso ma poco lucido, il Sassuolo ne approfitta: ennesimo ko per gli Squali

crotone-sassuolo

di Antonio Battaglia – Non basta la volontà, nemmeno il coraggio. Sfortuna, coincidenza e fatalità contano ma solo dopo il massimo impegno agonistico. E questo Crotone non sembra riuscire a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Contro il Sassuolo arriva la quarta sconfitta consecutiva, la sedicesima in campionato. 1-2 il risultato finale di un match dalle due facce: equilibrato nella prima frazione, con gli Squali bravi a controllare il pallone ma sterili in avanti a fronte di un Sassuolo più pericoloso in contropiede, quasi a senso unico in una ripresa che dimostra tutte le debolezze dell’organico rossoblù. Serve una svolta e anche al più presto, perché lo spettro della Serie B rischia di diventare sempre più concreto.

Primo tempo

In avvio di match il Crotone sfoggia grande determinazione e si rende pericoloso dopo tre minuti, con una conclusione in porta di Petriccione chiama Consigli alla respinta con i pugni. Il Sassuolo reagisce e al 14′ passa in vantaggio con Berardi che, servito da Caputo, si accentra dalla destra e sorprende Cordaz con un rasoterra sul primo palo. Dopo quattro minuti, il talento calabrese crea un altro brivido con una conclusione che finisce alle stelle. Il Crotone prova in qualche modo a riorganizzarsi e, dopo qualche timida sortita offensiva, riagguanta la parità: Reca serve in profondità Ounas, che penetra in area, ubriaca Peluso e di destro fredda Consigli.

La reazione degli ospiti è immediata e, al 30′, Caputo arriva alla conclusione dentro l’area che viene deviata in angolo da un intervento in scivolata di Golemic. Dopo otto minuti, altra ghiotta chance per i neroverdi: tiro a giro di Berardi deviato da Luperto, Djuricic a due passi dalla linea spreca di testa mandando il pallone sul fondo. Il Crotone non demorde totalmente e, al minuto 41, sfiora il pari con Pedro Pereira che viene anticipato di un soffio da Consigli. Una manciata di secondi dopo, Di Carmine manda in rete da due passi con un colpo di testa facile ma l’arbitro annulla per per un fallo di Djidji su Consigli.

Secondo tempo

Ripresa in discesa per il Sassuolo, che dopo un paio di minuti passa in vantaggio: il direttore di gara ravvisa un fallo di Golemic su Locatelli e comanda il penalty, poi realizzato da Caputo. Il Sassuolo abbassa così i ritmi, cercando di addormentare la partita, ma il Crotone è ancora vivo e al 67′ crea un brivido con una conclusione dal limite di Ounas che termina sul fondo.

De Zerbi manda in campo Defrel e Obiang, il collega rossoblù risponde con gli ingressi di Rivière e Simy passando così al 4-3-1-2. Al 78′ Traorè ci prova con un destro a giro, ma la sua conclusione viene smorzata dalla difesa e arriva docile tra le braccia di Cordaz. La pressione degli Squali è sterile e a sfiorare il gol è ancora il Sassuolo, quando all’86’ Berardi arriva a tu per tu con Cordaz che gli nega il gol respingendo la sua conclusione con il piede. Nel finale c’è solo tempo per un’altra girandola di cambi e poco altro, con gli Squali costretti a rimediare l’ennesimo ko in campionato.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

La Diga del Menta ottiene il collaudo finale: l’evento organizzato da Sorical per celebrare il risultato

bruno mirante

Con le elezioni tutti si preoccupano della sanità, ma dietro gli slogan il nulla

Sergio Pelaia

Calciomercato Catanzaro, è ufficiale il ritorno di Corapi. Adamonis va alla Sicula Leonzio

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content