Calabria7

Crudeltà nel Vibonese, cane bruciato vivo per strada

L’Enpa di Pizzo denuncia un atto di crudeltà attraverso la sua pagina Facebook. All’incrocio Zungri /Zaccanopoli, in provincia di Vibo Valentia, l’associazione ha ricevuto, tramite mail, una segnalazione di un animale morto per strada.

“Presumibilmente un cane, bruciato. Ci rechiamo -si legge nella denuncia sul social network- sul posto il giorno dopo (avendo letto la notte la mail).La carcassa non c’era già più, ma erano presenti diverse macchie nere sull’asfalto, come se l’animale fosse stato cosparso di benzina e dato alle fiamme da vivo. Diverse chiazze, diversi schizzi sull’asfalto. Nessuna traccia della carcassa, abbiamo cercato li intorno nelle campagne, ma nulla.

L’ennesimo caso di cattiveria umana ai danni di anime innocenti. Siamo stanche di tutto questo, di questa malvagità inaudita, dell’ignoranza, dei silenzi perché parliamoci chiaro qualche casa lì ci sta e nei paesini si sa tutto.

Siamo Stanche di veder gente che ci sbatte le porte in faccia solo perché cerchiamo la verità. perché è assurdo ogni qualvolta accadano cose simili farla passare liscia ad un assassino che una bella sera estiva decide di mettere fine ad una vita la cui unica colpa è quella di essere nata in un territorio ostile, dove le istituzioni latitano e tutto è sulle spalle dei poveri volontari che non hanno più una vita.
CHIEDIAMO A CHI AVESSE PIÙ INFORMAZIONI SULL’ACCADUTO DI CONTATTARE LE ASSOCIAZIONI ANIMALISTE ANCHE IN FORMA ANONIMA O MANDANDO UNA MAIL A PIZZO@ENPA.ORG”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Rapina e ricettazione: un arresto ad Isola Capo Rizzuto

manfredi

Coltivava illegalmente marijuana, un arresto a Paola

Antonio Battaglia

Clochard trovato morto alla stazione di Milano: aveva una casa in Calabria

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content