Calabria7

Da gregario ad affiliato e la voglia di riscatto da un passato ingombrante [SPECIALE TV]

Appena 11enne e già arruolato come piccolo soldato al servizio della criminalità.  Un bambino senza infanzia, una vita trascorsa in strada, considerandola la sua casa, vissuto in un quartiere malavitoso alla ricerca di falsi miti. Privato dell’amore paterno fin dalla tenera età, Marco cerca in quella strada di trovare tutto quello che tra le mura di casa non riusciva ad avere: un punto di riferimento, un modello, il gigante dei suoi sogni, la considerazione, il senso di appartenenza, la sua identità. Pensava solo a fare del suo meglio per farsi apprezzare in quel mondo che ormai era diventata la sua famiglia. Da gregario ad affiliato a capo decina, una scalata guadagnata mettendo a segno una serie di reati, dallo spaccio di droga, all’uso delle armi, ai furti, alle rapine, alle estorsioni. E più in là si spingeva in nome della famiglia e più cresceva l’onore. Spesso i vertici gli davano ordini dal carcere, quelli che devi solo eseguire, perché un rifiuto equivale a pagare con la vita. Marco è stato in carcere per 15 anni e adesso sta scontando gli arresti domiciliari nel Centro calabrese di Solidarietà. Tra non molto sarà un uomo libero anche se non ha ancora progetti precisi per il futuro.  Sa però da dove ricominciare e cosa non vuole più: chiudere i conti con un passato ingombrante per riscattare la sua vita

redazione calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro città universitaria: da Lido al centro? Parola agli studenti (SERVIZIO TV)

manfredi

Auto pirata tampona e scappa: ferite mamma e figlia

nico de luca

Catanzaro, Piazza Castelfidardo: impegno Aterp (SERVIZIO TV)

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content