Dall’altare al fronte, coppia ucraina si sposa e va a combattere (VIDEO)

"La situazione è difficile. Combatteremo per la nostra terra. Forse possiamo morire e volevamo solo stare insieme prima di tutto questo"

Dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina nelle prime ore del mattino, gli ucraini sono andati a prendere forniture di base, fuggire dal paese e sposarsi. Poche ore dopo il loro matrimonio, il primo giorno dell’invasione russa, Yaryna Arieva e Sviatoslav Fursin si son uniti alla lotta per proteggere il loro paese, l’Ucraina. Come racconta la Cnn, non era il giorno del matrimonio che avevano previsto, ma quando la Russia ha attaccato il loro paese si sono precipitati a sposarsi con il suono delle sirene dei raid aerei che risuonavano nelle loro orecchie. “È stato molto spaventoso”, ha detto alla Galileus Web giovedì Arieva, che ha sposato il suo partner al monastero di San Michele di Kiev. “È il momento più felice della tua vita, esci e lo senti”, ha detto Arieva, un deputato del consiglio comunale di Kiev. La coppia aveva programmato di sposarsi il 6 maggio e festeggiare in un ristorante con una “terrazza molto, molto carina” con vista sul fiume Dnepr, ha detto Arieva. “Solo noi, il fiume e le bellissime luci”, ha detto la 21enne. Ma tutto è cambiato quando il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato l’assalto iniziato ore prima dell’alba di giovedì con una serie di attacchi missilistici. I bombardamenti si sono rapidamente diffusi nell’Ucraina centrale e orientale quando le forze russe hanno attaccato il paese da tre lati, sconvolgendo la vita di decine di milioni di ucraini.

“Lotteremo per la nostra terra”

La coppia, che si è incontrata nell’ottobre 2019 durante una protesta nel centro di Kiev, ha deciso di volersi sposare perché non è sicura di cosa riserverà il loro futuro. “La situazione è difficile. Combatteremo per la nostra terra”, ha detto Arieva. “Forse possiamo morire, e volevamo solo stare insieme prima di tutto questo”. Dopo il loro matrimonio, Arieva e Fursin, 24 anni, un ingegnere informatico, si sono preparati per andare al Centro di difesa territoriale locale per unire gli sforzi per aiutare a difendere il Paese. “Dobbiamo proteggerlo. Dobbiamo proteggere le persone che amiamo e la terra in cui viviamo”, ha detto. “Spero per il meglio, ma faccio il possibile per proteggere la mia terra”. Arieva non sa quale compito verrà loro assegnato. “Forse ci daranno solo un’armatura e andremo a combattere. Forse aiuteremo con qualcos’altro. Decideranno”, ha detto.Arieva descrivendo suo marito come il suo “amico più intimo sulla Terra” e dice che spera che un giorno possano festeggiare il loro matrimonio. “Forse loro (la Russia) usciranno dal nostro Paese e avremo la possibilità di festeggiare normalmente”, ha detto Arieva. “Spero solo che tutto andrà normalmente e avremo la nostra terra, avremo il nostro paese sicuro e felice senza russi”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Tutti hanno riportato ferite di "varia gravità", secondo fonti della polizia
A quanto risulta, l'ultimo luogo in cui è stato avvistato è nei pressi del vecchio campetto di calcio a 5
Il governatore ha assicurato: "Stiamo andando avanti comunque con i concorsi"
Da ottobre a dicembre prossimi, però, ci sarà un contributo straordinario, crescente con il numero dei componenti familiari
La polizia ha dichiarato ai giornalisti che il movente dell'attacco non è ancora chiaro
Gli studenti seguiranno le lezioni nel suggestivo Complesso di San Domenico, a pochi passi dall'ospedale dell'Annunziata dove svolgeranno i tirocini
La versione dell'autista, però, parlerebbe di uno stop già annunciato in precedenza, dopo aver riscontrato un problema tecnico
Il riconoscimento per l’impegno e il ruolo svolto nella sua attività di docente, di professionista e di autore di due testi originali
Occhiuto ha affidato la reggenza di Azienda Zero al già commissario straordinario dell'Azienda ospedaliera di Cosenza
Faccia a faccia proficuo tra le parti, intenzionate a porre fine alla lunga serie di incidenti, alcuni mortali, sulla Trasversale delle Serre
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved