Declino demografico e fertilità tra medicina, politica e società: esperti a confronto a Gioia Tauro

Nella terza edizione del convegno organizzato dal Gatjc, il centro d'eccellenza per la Procreazione Medicalmente Assistita

La natalità in Italia è tema che allarma tutti, esperti e no. Secondo gli ultimi dati l’Istat, nel 2022 il calo delle nascite è stato dell’1,7% rispetto al 2021 e i primi dati provvisori, relativi al semestre gennaio-giugno 2023, seguono lo stesso trend: circa 3.500 nascite in meno rispetto all’anno prima. All’interno di queste percentuali complessive, il – 1,5% della Calabria non lascia affatto tranquilli, perché se è vero che i nuovi nati rappresentano una sorta di assicurazione sulla vita della comunità, il futuro in fondo alla penisola sembra essere ad alto rischio. Si mettono al mondo pochi figli e lo si fa anche tardi. Le donne italiane partoriscono mediamente a 32,9 anni, le straniere a 29,6.

Natalità e genitorialità saranno i temi al centro della terza edizione di “Preservazione della fertilità: strategia per far nascere il futuro”, il convegno che ogni anno viene organizzato dal GATJC Fertility Center, centro di eccellenza per la Procreazione Medicalmente Assistita, attivo dal 1991 e diretto dal ginecologo Giacomo Umberto Tripodi. Sotto l’egida dell’Ordine dei Medici e di quello della Professione di Ostetrica di Reggio, degli Ordini dei Biologi e degli Psicologi della Calabria e della Regione, il prossimo 31 maggio alle ore 9:00 nella sala convegni del Gatjc a Gioia Tauro (RC), specialisti italiani di varie branche mediche, docenti universitari, insegnanti ed esponenti del mondo sociale e politico, approfondiranno i dati preoccupanti relativi a natalità e genitorialità per individuare e proporre soluzioni utili a invertire possibilmente la rotta. L’evento, infatti, terrà conto dei tre aspetti fondamentali riguardanti la fertilità e cioè la sua preservazione, intesa come tutela della salute riproduttiva; la sua tutela, per coloro che intendono posticipare la genitorialità; l’ambito socio politico, coinvolto anch’esso direttamente dal problema della denatalità. Un convegno dunque ad ampio spettro, mirato a sensibilizzare e rendere reattiva la società nel suo insieme, con un’attenzione particolare a quei giovani che ambiscono a un futuro di realizzazione personale e professionale ma senza rinunciare a diventare genitori.

Natalità e genitorialità saranno i temi al centro della terza edizione di “Preservazione della fertilità: strategia per far nascere il futuro”, il convegno che ogni anno viene organizzato dal GATJC Fertility Center, centro di eccellenza per la Procreazione Medicalmente Assistita, attivo dal 1991 e diretto dal ginecologo Giacomo Umberto Tripodi. Sotto l’egida dell’Ordine dei Medici e di quello della Professione di Ostetrica di Reggio, degli Ordini dei Biologi e degli Psicologi della Calabria e della Regione, il prossimo 31 maggio alle ore 9:00 nella sala convegni del Gatjc a Gioia Tauro (RC), specialisti italiani di varie branche mediche, docenti universitari, insegnanti ed esponenti del mondo sociale e politico, approfondiranno i dati preoccupanti relativi a natalità e genitorialità per individuare e proporre soluzioni utili a invertire possibilmente la rotta. L’evento, infatti, terrà conto dei tre aspetti fondamentali riguardanti la fertilità e cioè la sua preservazione, intesa come tutela della salute riproduttiva; la sua tutela, per coloro che intendono posticipare la genitorialità; l’ambito socio politico, coinvolto anch’esso direttamente dal problema della denatalità. Un convegno dunque ad ampio spettro, mirato a sensibilizzare e rendere reattiva la società nel suo insieme, con un’attenzione particolare a quei giovani che ambiscono a un futuro di realizzazione personale e professionale ma senza rinunciare a diventare genitori.

“Il tema è complesso – dice Giacomo Umberto Tripodi, responsabile scientifico dell’evento – e va affrontato da tutte le angolazioni, non solo quella solo medica quindi, attraverso il confronto tra gli specialisti. Denatalità e calo demografico impongono a ciascuno, dal medico al politico, al sociologo, una parte di responsabilità proprio perché sia l’una sia l’altra hanno una pluralità di cause. Noi che da decenni aiutiamo le persone a procreare, sentiamo quindi il dovere di favorire tale confronto perché si tratta di problemi la cui soluzione dipende dall’impegno sinergico e comune”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved