Calabria7

Decreto Bollette, il Codacons denuncia: “I 5 miliardi e mezzo a famiglie e imprese sono elemosina”

prezzo gas

I 5,5 miliardi di euro destinati dal Governo a famiglie e imprese col Decreto Bollette sono per il Codacons una ‘elemosina’ che non risolve il problema del caro-energia e non eviterà una nuova stangata per consumatori e attività produttive. Lo afferma l’associazione dei consumatori, che boccia le misure varate oggi dall’esecutivo. “Dal Governo – lamenta il Codacons – ci si aspettava decisamente di più, e uno stanziamento di risorse così esiguo non eviterà un nuovo maxi-aumento delle bollette in occasione del prossimo aggiornamento trimestrale delle tariffe”.

Risorse insufficienti

“Oggi – ricorda il Codacons – migliaia di imprese rischiano di chiudere i battenti non potendo affrontare costi energetici così elevati, e il caro-energia sta producendo effetti disastrosi sui prezzi al dettaglio, con rincari a cascata in tutti i settori e una impennata dell’inflazione che impoverisce le famiglie e riduce i consumi. A fronte di tale situazione i 5,5 miliardi di euro che il Governo ha deciso di stanziare per il prossimo trimestre risultano del tutto insufficienti, e per salvare le imprese dal fallimento e le famiglie da una crisi nerissima, l’Iva e le imposte che gravano sulle bollette di luce e gas non vanno ridotte, ma azzerate del tutto per l’intero 2022”.

LEGGI ANCHE | Decreto caro-bollette, Draghi: “Aiuti a famiglie e imprese. In campo quasi 8 miliardi di euro” (VIDEO)

© Riproduzione riservata.
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content