Decreto Ponte: ok delle commissioni, il testo approderà domani in Aula

Concluso l'esame sul decreto Ponte, che contiene le disposizioni urgenti per la realizzazione del collegamento tra la Sicilia e la Calabria
ponte sullo stretto

Le commissioni Ambiente e Trasporti della Camera hanno concluso l’esame sul decreto Ponte, che contiene le disposizioni urgenti per la realizzazione del collegamento tra la Sicilia e la Calabria, e conferito il mandato ai relatori a riferire sul provvedimento. Il testo approderà domani nell’Aula di Montecitorio. Alle 15 è previsto l’avvio della discussione generale. 

Siracusano, governo punta su infrastrutture

Siracusano, governo punta su infrastrutture

“Le Commissioni riunite Ambiente e Trasporti della Camera dei deputati hanno dato il via libera al decreto sul Ponte sullo Stretto di Messina, e domani il testo del provvedimento inizierà il suo percorso in Aula a Montecitorio. In questi giorni è stato fatto un importante lavoro di approfondimento e adesso siamo pronti ad approvare velocemente il dl in questo ramo del Parlamento”. Lo afferma in una nota Matilde Siracusano, sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento e deputata di Forza Italia. “Il governo Meloni – con il ministro Salvini e con l’apporto determinante di Forza Italia – punta sulle infrastrutture, e con questa grande opera vuole scrivere una pagina storica per la Sicilia, per la Calabria e per l’intero Paese. Avanti, con decisione, con senso di responsabilità, e con la forza del chiaro mandato popolare che ci hanno consegnato i cittadini lo scorso settembre”.

Mangialavori, necessario per Sud e per Italia 

I 13,5 miliardi che serviranno a realizzare il Ponte sullo Stretto sono una cifra considerevole, ma sono anche investimento necessario a cambiare il Sud e a tutto il Paese” dice il deputato di Forza Italia Giuseppe Mangialavori, presidente della Commissione Bilancio. “L’opera imporrà l’adeguamento delle infrastrutture interne dell’intero Meridione e invertirà la tendenza che vede il Sud più indietro nello sviluppo infrastrutturale – aggiunge Mangialavori – dando così al Mezzogiorno l’opportunità di diventare la piattaforma strategica al centro del Mediterraneo in un crocevia fondamentale per il traffico merci internazionale. Aveva ragione il presidente Berlusconi a proporlo primo tra tutti 20 anni fa e fa bene oggi il governo a metterlo tra le priorità. In Italia – conclude – gli investimenti sono fermi da troppo tempo e il ritardo infrastrutturale accumulato è un enorme fardello per tutti. Dobbiamo cambiare marcia”.

Rotelli-Deidda, soddisfatti lavoro commissioni

“Oggi abbiamo licenziato il dl Ponte nelle commissioni Ambiente e Trasporti e può così approdare in Aula. Siamo molto soddisfatti per il lavoro svolto, rispettando perfettamente nei tempi previsti. In poco più di un mese le commissioni sono state in grado di concludere l’esame del provvedimento, senza sacrificare l’attività istruttoria (svolta grazie ad oltre 80 audizioni) propedeutica alla migliore formulazione nonché arricchimento del decreto in conversione”. Lo dichiarano i deputati di Fratelli d’Italia Mauro Rotelli e Salvatore Deidda, rispettivamente presidente della commissione Ambiente e presidente della commissione Trasporti a Montecitorio. “Anche sotto il profilo emendativo – continuano Rotelli e Deidda – è stato compiuto un grande lavoro attraverso gli oltre 150 emendamenti esaminati grazie ai quali sono stati integrati nel testo interventi per il fermo rispetto della legalità, per la trasparenza, nonché per la più ampia condivisione delle decisioni tra i soggetti interessati, garantendo, al contempo, la sostenibilità finanziaria dell’opera, la digitalizzazione delle procedure e l’applicazione delle migliori tecnologie. Ci auguriamo ora che il decreto venga approvato rapidamente in Aula: l’Italia ha atteso troppo a lungo questo momento e non può aspettare ancora un’infrastruttura fondamentale com’è il Ponte sullo stretto di Messina. L’obiettivo – concludono – è quello di dotare la Nazione di un’opera sostenibile, all’avanguardia, funzionale che possa davvero unire, da un punto di vista infrastrutturale, l’Italia. Ringraziamo la maggioranza e l’opposizione per la correttezza e il governo sempre presente”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
editoriale
Il prezzo che si deve pagare per rimanere liberi a volte è altissimo e per non abbassare la qualità abbiamo preferito fermarci nella speranza di un arrivederci
Il comando di Polizia locale ha disposto il divieto di sosta, con zona rimozione, in Piazza Basilica Immacolata
La bimba, ferita agli arti inferiori, non versa in pericolo di vita ed è stata trasportata al pronto soccorso. La mamma è grave
"Tra i segnali ricorrono scarsa igiene o un odore sgradevole, abiti sporchi, malnutrizione e disidratazione non correlate a una patologia"
Ad operare cinque mezzi dei Vigili del fuoco con dodici uomini. Sl posto per gli accertamenti di rito anche i carabinieri
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved