Calabria7

Delegittimò Gratteri, chiesta la censura e la conferma del trasferimento di Lupacchini

“Sanzione disciplinare della censura per l’ex procuratore generale di Catanzaro – poi trasferito a Torino con funzioni di sostituto pg – Otello Lupacchini”.  E’ quanto ha sollecitato Marco Dall’Olio, sostituto pg della Cassazione, nella sua requisitoria al processo in corso davanti alla disciplinare del Csm a carico di Lupacchini: al centro della vicenda, l’intervista che il magistrato, all’epoca pg di Catanzaro, rilascio’ al Tgcom24 il 21 dicembre dello scorso anno, dopo i numerosi arresti avvenuti nell’ambito dell’indagine antindrangheta ‘Rinascita Scott’. Secondo le incolpazioni mosse a Lupacchini dai titolari dell’azione disciplinare, con quell’intervista sarebbe stato delegittimato l’operato del capo della Procura di Catanzaro Nicola Gratteri.

Processo disciplinare alle ultime battute

Lupacchini, quindi, nel gennaio 2020 era stato trasferito, in via cautelare, dalla sezione disciplinare del Csm alla Procura generale di Torino, misura confermata lo scorso novembre dalle Sezioni unite civili della Cassazione e che, secondo il pg Dall’Olio, va ulteriormente confermata con il giudizio disciplinare nel merito. Il processo disciplinare a Lupacchini si avvia ora verso la conclusione: nella prossima udienza, fissata per il 14 giugno, sono previste le dichiarazioni del magistrato davanti al ‘tribunale delle toghe’ e l’arringa del suo difensore, l’avvocato Ivano Lai. Poi il collegio disciplinare si ritirera’ in Camera di consiglio per decidere il suo verdetto.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Carabiniere morto dopo lite in spiaggia a Paola, indagato un cosentino

Mirko

Punto nascita di Soverato, lavori infiniti ma arriva il primo fiocco rosa: “Messaggio di speranza”

Mimmo Famularo

Persequitava una coppia di vicini di casa in Calabria, rintracciato al Nord e posto ai domiciliari

Maria Teresa Improta
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content