Ancora violenze nel carcere di Catanzaro, detenuto aggredisce due agenti penitenziari

I poliziotti hanno ricevuto una prognosi di 20 e 7 giorni. L'autore dell'aggressione è stato trasferito in un altro istituto di pena
ergastolo ostativo

“Due poliziotti penitenziari sono stati aggrediti nella Casa Circondariale di Catanzaro da un detenuto ristretto nel reparto detentivo di ‘media sicurezza’. L’aggressione si somma ad altri ‘eventi critici’, come vengono chiamate dall’amministrazione penitenziaria le aggressioni alla Polizia Penitenziaria, avvenuti nei giorni scorsi. Stavolta, i due poliziotti hanno ricevuto rispettivamente una prognosi di 20 e di 7 giorni. Il detenuto ha prima minacciato i colleghi, e poi li ha aggrediti dopo aver ricevuto il rifiuto di ottenere privilegi non consentiti dal regolamento penitenziario”. Lo comunicano il delegato provinciale della Cgil Roberto Garcea insieme al coordinatore regionale Angelo Boeti della FP CGIL della Polizia Penitenziaria, sulla situazione vigente ormai da tempo nella casa circondariale di Catanzaro.

“Non osiamo pensare a cosa succederà quando tra qualche mese andranno in pensione molti poliziotti penitenziari in servizio nel penitenziario catanzarese che, con la loro esperienza, ogni giorno garantiscono che i reparti funzionino al meglio”. “Il detenuto – informano i sindacalisti – è stato trasferito in giornata presso un altro istituto penitenziario con il coordinamento del Direttore e del Comandante della Polizia Penitenziaria che gestiscono il carcere più grande della Calabria, sette giorni su sette con totale dedizione”.

“Non osiamo pensare a cosa succederà quando tra qualche mese andranno in pensione molti poliziotti penitenziari in servizio nel penitenziario catanzarese che, con la loro esperienza, ogni giorno garantiscono che i reparti funzionino al meglio”. “Il detenuto – informano i sindacalisti – è stato trasferito in giornata presso un altro istituto penitenziario con il coordinamento del Direttore e del Comandante della Polizia Penitenziaria che gestiscono il carcere più grande della Calabria, sette giorni su sette con totale dedizione”.

Mirko Manna, della FP CGIL Comparto Sicurezza, interviene con un forte appello politico: “La situazione attuale richiede una risposta immediata e decisa. Invitiamo il Ministro della Giustizia, Carlo Nordio, il Sottosegretario Andrea Delmastro e il Capo del DAp, Giovanni Russo, a prendere ogni iniziativa necessaria per assicurare l’incolumità e la protezione delle donne e uomini del Corpo di Polizia Penitenziaria. I poliziotti penitenziari devono poter svolgere il proprio lavoro con la certezza di terminare il proprio turno lavorativo senza pericoli per la propria incolumità personale. Si parla tanto di sicurezza sul lavoro, ma troppo poco su quanto rischi la Polizia Penitenziaria ogni giorno per garantire contemporaneamente la certezza della pena e il recupero alla società delle persone ristrette in carcere”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il caso
Sulla spinosa vicenda Calabria7 ha chiesto il parere del noto legale vibonese che dopo aver studiato le carte è arrivato a questo risultato
Il giovane, italiano di origine marocchina, stava spingendo a mano il suo veicolo per prendere al volo il bus con gli amici, ma è stato centrato dal mezzo pubblico
Il tecnico di Cessaniti, attuale ct della Slovacchia, potrebbe guidare gli azzurri con il fido Hamsik come vice
l'analisi
40 gol segnati e 36 subiti: dopo venticinque giornate di campionato, le cifre definiscono bene le due facce del Catanzaro
La relazione all'Istituto scolastico: "In classe non si riconosce il rispetto per le persone o le regole"
"La lotta instancabile condotta dai lavoratori ha dato i suoi frutti dopo oltre un anno di impegno e determinazione"
Quattro i veicoli coinvolti nel tamponamento. Traffico bloccato in direzione nord
Sul posto sono giunti i mezzi del 118, ma per il giovane - italiano di famiglia marocchina - non c'è stato nulla da fare
"Ci hanno procurato un danno notevole perché ci costringeranno a ricomprare tutti gli infissi e ci vorranno almeno 80mila euro"
La classifica della Fondazione Gazzetta Amministrativa dei costi sostenuti nel 2022 da Regioni e capoluoghi di Provincia
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved