Detenzione di pistola clandestina e munizioni, torna libero Marco Franzè

Il difensore di Franzè, Raffaele Masciari, con il proprio atto difensivo è stato in grado di dimostrare che non sussistono allo stato le esigenze cautelari
Tribunale Penale Collegiale di Vibo Valentia

Il gip del Tribunale di Vibo Valentia, Francesca Loffredo, in accoglimento dell’istanza difensiva avanzata dal difensore di fiducia Raffaele Masciari del foro di Vibo Valentia, ha disposto l’immediata liberazione di Marco Franzè. Il prevenuto in data 6 aprile 2022 era stato tratto in arresto dai carabinieri del Comando Stazione di Fabrizia, per detenzione e porto di pistola con matricola abrasa di provenienza illecita e detenzione di munizioni. Dopo l’udienza di convalida il gip aveva disposto la misura coercitiva degli arresti domiciliari nella propria residenza. Il difensore di Franzè, Raffaele Masciari, con il proprio atto difensivo è stato in grado di dimostrare che non sussistono allo stato le esigenze cautelari, necessarie per il mantenimento della misura coercitiva e in accoglimento delle ragioni difensive, ha disposto l’immediata liberazione del Franzè.

 

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si giocherà stasera il primo turno dei playoff. Gara secca e senza ulteriori appelli. Alle Aquile basta un pari per la semifinale
Migliaia di persone in piazza con l'obiettivo è di bloccare il progetto fortemente sponsorizzato dalla Lega e dal governo di centrodestra
Mamma di una bambina, racconta di essere stata licenziata nel 2022 per "riduzione del personale". Il tribunale le ha dato ragione, ma i soldi non sono ancora arrivati
I consiglieri comunali d Giuseppe Dell'Aquila e Antonio Pace chiedono al sindaco Sergio Ferrari di precisare aspetti fondamentali
Il sindaco Pellegrino: "Un atto gravissimo che colpisce un professionista e un amministratore integerrimo"
Inutili i soccorsi dell’equipe sanitaria, intervenuta con l'elisoccorso. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Il cane è stato sequestrato
"Non ha trovato la forza né il coraggio di spiegare che produrrà un divario enorme tra Nord e Sud, a livello economico, di servizi e diritti"
Presente anche una folta delegazione di abitanti di Punta Faro in Sicilia e Cannitello a Villa San Giovanni, le aree che saranno espropriate
Progetto “Squadra Mobile”. Operazione di contrasto al fenomeno dell’illecito stoccaggio e smaltimento di rifiuti
l'inviato
L’ex sito industriale sepolto dalle erbacce e a rischio igienico- sanitario. Promessi mega progetti per rilanciare l’area diventata simbolo della decadenza del territorio
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved