Di Maio a Cosenza: “Emergenza Paese resta corruzione” (SERVIZIO TV)

di Raffaella Salamina – Garantire il salario minimo europeo;  adottare  misure di sostegno per il  ceto medio e per le  famiglia; avviare la lotta ai grandi evasori; fermare le politiche di austerity ed incentivare gli investimenti per uno sviluppo reale. Questo il programma per le europee  illustrato dal vicepremier e ministro del Lavoro Luigi  Di Maio sul palco del Teatro A. Tieri di Cosenza. Arriva puntuale all’appuntamento e ad attenderlo una folla di sostenitori ma anche di manifestanti. Solo quattrocento posti a sedere per ascoltare il Vicepremier e così molti cittadini sono rimasti fuori. Infelice, dunque, la scelta di organizzare l’incontro, a Cosenza,  in un teatro  invece di scegliere una piazza. Il protocollo e le misure di sicurezza hanno lasciato la gran parte dei cittadini alla porta e questa ha suscitato non pochi malumori. Ad accompagnarlo Laura Ferrara, eurodeputata uscente del M5s e candidata alle europee nella Circoscrizione Sud insieme ai candidati sindaco delle liste del Movimento 5 Stelle in Calabria. Un incontro  coordinato dalle deputate Dalila Nesci ed Elisa Scutellà con loro la deputata Anna Laura Orrico. Grande assente Nicola Morra, Presidente della Commissione antimafia.  Un in bocca al lupo ai candidati alle europee del movimento e ai candidati a sindaco calabresi. Luigi Di Maio prende la parola e dal palco snocciola i suoi cavalli di battaglia: lo Spazzacorrotti, il Reddito di Cittadinanza, Quota 100, l’abolizione dei vitalizi. I provvedimenti che in questo primo anno di governo sono stati realizzati- così spiega –  per tamponare le emergenze sociali più urgenti e creare una rete di protezione per i più deboli

E all’indomani dell’esito della Cassazione che definisce immotivato l’obbligo di dimora del Presidente Oliverio per l’inchiesta “Lande Desolate”, Di Maio nonostante tutto resta sulla sua posizione: ”Zingaretti avrebbe fin dalla prima inchiesta dovuto espellerlo”. Non ci gira troppo intorno: “La vera grande emergenza del Paese resta la corruzione” e ribadisce l’importanza del  Decreto Sanità Calabria. “Uno strumento che riconsegnerà – promette – la sanità ai calabresi”.

E all’indomani dell’esito della Cassazione che definisce immotivato l’obbligo di dimora del Presidente Oliverio per l’inchiesta “Lande Desolate”, Di Maio nonostante tutto resta sulla sua posizione: ”Zingaretti avrebbe fin dalla prima inchiesta dovuto espellerlo”. Non ci gira troppo intorno: “La vera grande emergenza del Paese resta la corruzione” e ribadisce l’importanza del  Decreto Sanità Calabria. “Uno strumento che riconsegnerà – promette – la sanità ai calabresi”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'esponente di Fi era finita agli arresti domiciliari, poi revocati, con le accuse di corruzione, false fatturazioni e truffa ai danni dell'Europarlamento
Il rettore Nicola Leone ha dato il benvenuto ai 120 giovani già iscritti. Metà proviene da altre regioni
Il neo-questore, 59 anni, dirigente superiore della Polizia di Stato, è originario di Messina ed è in polizia dal 1989
Ventotto sono stati i passeggeri di questo primo volo con la Capitale. Sky alps garantirà il servizio per i prossimi tre anni
Al momento, solo Coop e Conad hanno deciso comunque di applicare gli sconti
In 57 pagine il Tribunale di Catanzaro spiega la regolarità della crescita imprenditoriale del gruppo lametino: “Accuse non riscontrate"
Il sacerdote nota con dolore il divario che c'è tra chi dorme in alberghi a cinque stelle e chi invece dorme sotto le stelle
L'operaio italiano lavorava in un'azienda di ristrutturazioni. I carabinieri non escludono alcuna pista ma l'incidente è la più accreditata
Il plauso del Presidente del Consiglio Comunale e del Garante dei detenuti anche per l'avvio del corso da allenatori, primo in Italia
Nel rogo che ha coinvolto tre discoteche spagnole sono morte 13 persone, mentre altre 24 sono rimaste ferite
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved