Calabria7

Di Maio a Cosenza: “Emergenza Paese resta corruzione” (SERVIZIO TV)

di Raffaella Salamina – Garantire il salario minimo europeo;  adottare  misure di sostegno per il  ceto medio e per le  famiglia; avviare la lotta ai grandi evasori; fermare le politiche di austerity ed incentivare gli investimenti per uno sviluppo reale. Questo il programma per le europee  illustrato dal vicepremier e ministro del Lavoro Luigi  Di Maio sul palco del Teatro A. Tieri di Cosenza. Arriva puntuale all’appuntamento e ad attenderlo una folla di sostenitori ma anche di manifestanti. Solo quattrocento posti a sedere per ascoltare il Vicepremier e così molti cittadini sono rimasti fuori. Infelice, dunque, la scelta di organizzare l’incontro, a Cosenza,  in un teatro  invece di scegliere una piazza. Il protocollo e le misure di sicurezza hanno lasciato la gran parte dei cittadini alla porta e questa ha suscitato non pochi malumori. Ad accompagnarlo Laura Ferrara, eurodeputata uscente del M5s e candidata alle europee nella Circoscrizione Sud insieme ai candidati sindaco delle liste del Movimento 5 Stelle in Calabria. Un incontro  coordinato dalle deputate Dalila Nesci ed Elisa Scutellà con loro la deputata Anna Laura Orrico. Grande assente Nicola Morra, Presidente della Commissione antimafia.  Un in bocca al lupo ai candidati alle europee del movimento e ai candidati a sindaco calabresi. Luigi Di Maio prende la parola e dal palco snocciola i suoi cavalli di battaglia: lo Spazzacorrotti, il Reddito di Cittadinanza, Quota 100, l’abolizione dei vitalizi. I provvedimenti che in questo primo anno di governo sono stati realizzati- così spiega –  per tamponare le emergenze sociali più urgenti e creare una rete di protezione per i più deboli

E all’indomani dell’esito della Cassazione che definisce immotivato l’obbligo di dimora del Presidente Oliverio per l’inchiesta “Lande Desolate”, Di Maio nonostante tutto resta sulla sua posizione: ”Zingaretti avrebbe fin dalla prima inchiesta dovuto espellerlo”. Non ci gira troppo intorno: “La vera grande emergenza del Paese resta la corruzione” e ribadisce l’importanza del  Decreto Sanità Calabria. “Uno strumento che riconsegnerà – promette – la sanità ai calabresi”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Comune Catanzaro, ok a variante parziale piano spiagge

Matteo Brancati

Civico consesso Catanzaro, Sergio Costanzo non lesina critiche all’Amministrazione sulla Catanzaro Servizi(diretta Fb)

Danilo Colacino

Catanzaro, depuratore: domani incontro a Lido

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content