Calabria7

Di Massimo e Carlini piegano il Foggia: il Catanzaro fa il colpaccio e sale al quarto posto!

foggia-catanzaro

di Antonio Battaglia – Era la gara decisiva, classica prova del nove per verificare le reali intenzioni della squadra dopo la vittoria nel derby. Il Catanzaro supera a pieni voti lo scontro diretto contro il Foggia e torna a casa con tre punti pesantissimi per morale e classifica. 0-2 il risultato finale di un match dalle due facce: intenso ed equilibrato nella prima frazione, con occasione per ambedue le formazioni in campo, quasi a senso unico in una ripresa decisa dalle Aquile con cinismo e intraprendenza. Un successo che rilancia sensibilmente le ambizioni del Catanzaro, che sale così al quarto posto in classifica e spera di archiviare le polemiche succedutesi nelle scorse settimane.

Primo tempo

Sin da subito le squadre si dimostrano coraggiose e provano spesso la verticalizzazione, senza tuttavia riuscire a incidere. Il match è vivo, ma i tiri in porta latitano: la prima ghiotta chance arriva al 16’ e capita sui piedi di Risolo, che prima raccoglie al volo una palla vagante al limite trovando l’opposizione di Gavazzi e dopo ci riprova sulla ribattuta senza fortuna. La reazione dei pugliesi arriva dopo due minuti: Balde riceve il pallone in area e calcia in porta, sull’ottima respinta di Di Gennaro arriva Di Jenno che senza troppa convinzione manda fuori. 

Al 23’, altra occasione per i rossoneri: Di Jenno raccoglie un assist di Balde, penetra in area e dalla sinistra tenta un diagonale sul secondo palo che Di Gennaro blocca senza problemi. La pressione del Catanzaro torna a farsi alta, ma i rossoneri non rischiano quasi mai e il gioco si concentra prevalentemente a metà campo. Al 35’, Foggia ancora pericoloso: Kalombo mette in mezzo un pallone insidioso che attraversa tutta l’area e non viene agganciato per pochissimo da Garofalo e Di Jenno, per poi sfilare di poco sul fondo. I giallorossi rispondono al 41’ con una conclusione di Di Massimo che chiama Fumagalli all’intervento, ma le due squadre chiudono tutti gli spazi e vanno all’intervallo sul risultato di 0-0.

Secondo tempo

Nella ripresa, il Catanzaro scende in campo sin da subito con grande determinazione e al 54′ crea un brivido con una conclusione di Casoli da buona posizione che termina fuori. Calabro opta per gli ingressi in campo di Porcino ed Evacuo, ma il match vive una fase confusa con molti falli in mezzo al campo e il gioco di conseguenza spezzettato.

L’armonia predominante si interrompe bruscamente al 75′, quando le Aquile passano in vantaggio: Evacuo serve in profondità Carlini, che vede al centro dell’area Di Massimo bravo a depositare in rete da pochi metri. Il Foggia si riversa in avanti alla disperata ricerca del pari, ma finisce per subire il raddoppio al minuto 82: l’arbitro ravvisa un fallo di Fumagalli in area su Evacuo ed estrae il cartellino rosso comandando il penalty, poi realizzato senza problemi da Carlini.

Marchionni manda in campo Galeotafiore e Nivokazi, ma l’unico brivido rossonero arriva all’88’ con una conclusione di Rocca che, complice una deviazione, termina sul fondo. Nel finale le Aquile, forti degli ingressi di Baldassin, Verna e Di Massimo, resistono senza problemi ai tentativi dei pugliesi e portano a casa una vittoria pesantissima.

 

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Rinascita-Scott, no ai domiciliari: Pittelli resta in carcere

Mirko

Regione, F.Pitaro: “Stanziare risorse per le associazoni sportive calabresi”

Mirko

Gigi Marulla, “una vita da tutto esaurito” (SERVIZIO TV)

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content