Calabria7

Disabili pluriminorati mai più soli, approvata Legge 17/19

disabili pluriminorati legge 17/19

I ciechi e i disabili pluriminorati non saranno più abbandonati a se stessi e le famiglie dei ciechi pluriminorati potranno godere al pari dei detenuti della loro ora d’aria grazie alla nuova Legge 17/19

La società finalmente con l’approvazione della Legge 17/19 ha compreso l’esistenza e la particolarità di questa categoria di persone con disabilità gravissime: i disabili pluriminorati che si trovano nel limbo della burocrazia e che spesso sono abbandonati alla sola gestione della propria famiglia. Si è tenuta lo scorso 15 Novembre nella Sala Oro della Cittadella Regionale, la conferenza stampa di presentazione del primo progetto che l’IAPB e l’UICI Calabria avvieranno con i fondi di quella che oggi è l’unica legge in Italia in favore di progetti specifici per ragazzi disabili e pluriminorati. Una legge, fortemente voluta dall’IAPB e dall’UICI che dopo un farraginoso iter burocratico avviato nel 2015 il 31 Maggio ha visto la sua approvazione nell’assise Regionale.

“Dobbiamo tutti noi un ringraziamento a tutte le forze politiche che oggi governano la Regione – ha asserito Luciana Loprete Presidente IAPB Calabria nel corso del suo intervento – in primis dobbiamo dire grazie al Consigliere Mirabello che come Presidente della commissione politiche sociali ha avviato l’iter in Consiglio Regionale, senza dimenticare il Consigliere Giuseppe Aieta della Commissione Bilancio, le forze politiche di opposizione con a capo Domenico Tallini che ha richiamato i suoi ad un voto unanime, ribadendo che tutto ciò non sarebbe stato possibile senza la volontà del Presidente Mario Oliverio e del suo assessore al ramo Angela Robbe che con fare amorevole ogni giorno dimostra un attaccamento raramente percepito nei confronti del sociale e dei suoi attori principali, gli utenti. Oggi è una giornata memorabile – ha infine concluso – perché da oggi le famiglie non saranno più sole e potranno godere anche loro della famosa ora d’aria. Troppo spesso infatti il peso di una situazione così grave sente solo sulle proprie spalle la responsabilità di non lasciare il proprio parente, che sia esso figlio, fratello o genitore”.

Nella conferenza stampa, alla quale hanno partecipato il Presidente della Giunta Regionale Mario Oliverio, il Consigliere Michelangelo Mirabello, l’Assessore Angela Robbe, il Consigliere Nazionale UICI Annamaria Palummo, il Presidente Regionale Pietro Testa, il consulente legale Avv. Annunziato Denisi, si è registrata la presenza di tutti i componenti delle sedi territoriali UICI della Calabria nonché un corposo numero di utenti che ha gremito la sala Oro ed ha potuto percepire l’importanza di tale momento.

Ricchi di contenuto i messaggi portati dagli interventi della Dott.ssa Annamaria Palummo che nel portare i saluti della Presidenza Nazionale ha espresso il suo compiacimento per il risultato ottenuto, facendosi promotrice di esportare tale buona prassi in tutta Italia affinché anche le altre regioni possano recepire quello che, con il mancato rifinanziamento della l. 284/97 è l’unico strumento in favore dei ciechi pluriminorati. Pietro Testa che nel suo saluto ha sottolineato l’importanza dell’iter avviato anni addietro anche grazie alla vicinanza del Presidente Oliverio. Avv. Annunziato Denisi che nelle sue slide ha richiamato l’intero iter che ha portato all’approvazione delle Legge dopo oltre 1000 giorni dal suo avvio, Michelangelo Mirabello che ha voluto sviscerare la legge spiegandone i contenuti e nel contempo ha ringraziato i Presidenti Oliverio ed Irto nonchè colleghi delle commissioni Politiche Sociali e Bilancio che nel convergere nella stessa strada hanno in pieno sposato la causa.

Angela Robbe che come anzidetto, dimostra ogni giorno un attaccamento particolare al mondo della disabilità, ha illustrato quelle che sono le varie azioni che il dipartimento regionale sta mettendo in campo giorno per giorno nella lotta alla disuguaglianza ed alla povertà ed infine il Presidente Oliverio che si è dimostrato soddisfatto del risultato ottenuto sottolineando tra l’altro l’ottimo lavoro del dipartimento politiche sociali per aver investito e recuperato gran parte dei fondi comunitari disponibili ottenendo anche un bonus dalla comunità europea. Questo in controtendenza se si pensa agli ultimi 10 anni dove si sono accumulati ritardi considerevoli nell’impiego delle somme. Une legge questa – ha concluso – che con soddisfazione abbiamo portato ad approvazione e che in sinergia con gli operanti nel settore sarà di supporto a questa particolare tipologia di utenti.

Interventi tutti magistralmente seguiti e collegati dalla sapiente e professionale Fabrizia Arcuri, affermata giornalista locale che nei suoi intermezzi ha ricordato tra le molteplici attività dell’IAPB e dell’UICI in Calabria anche l’esperienza dell’attività sub-acquea per non vedenti ed il recente progetto realizzato a Catanzaro sull’arte accessibile presentato qualche giorno addietro presso il carcere di Catanzaro.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Oliverio: prima grana col nuovo commissario Cotticelli?

nico de luca

Sanità, sindacati: “Vogliamo la revoca dei licenziamenti”

Andrea Marino

Vaccinarsi per salvare vite umane: quello antinfluenzale gratuito per i donatori di sangue (SERVIZIO TV)

Maurizio Santoro
Click to Hide Advanced Floating Content