Calabria7

Dispositivo anti-smarrimento per persone con demenze messo a punto da studenti “Scalfaro” (VIDEO)

di Mediatica Comunicazione – Un dispositivo anti-smarrimento messo a punto da studenti per contrastare gli effetti negativi del “wandering”, cioè le crisi che colpiscono le persone che soffrono di demenze facendo perdere loro l’orientamento e portandole a vagare senza meta e senza coscienza.

E’ questo l’esito del progetto curato dall’associazione “Ra.Gi” di Catanzaro, che si occupa dell’assistenza con metodi innovativi e non farmacologici di persone con Alzheimer o Parkinson, e dall’Istituto tecnico industriale “Scalfaro” del capoluogo calabrese, che da alcuni mesi hanno attivato una sinergia finalizzata alla sensibilizzazione sui temi e sulle problematiche legate ai vari tipi di demenza.

Il progetto è stato presentato in un incontro didattico-intergenerazionale, dal titolo “Mai ti perderò” che si è svolto nell’aula magna dell’Itts “Scalfaro” di Catanzaro.

A illustrare sotto il profilo tecnico il dispositivo, realizzato dagli studenti delle quinte classi è stato il docente di Informatica dell’’istituto, Raffaele Teducci, la professoressa Sabrina Rocca ed Elena Sodano, giornalista e presidente dell’associazione “Ra.Gi”.

Articoli Correlati

La moda non ha barriere, Galleria Mancuso si trasforma in passerella

manfredi

Donna nuovamente soccorsa nel Cosentino, istituzioni: “Mai abbandonata”

manfredi

Ferrara (M5S): Europee sono test per le regionali (SERVIZIO TV)

Carmen Mirarchi