Calabria7

Donna di 34 anni muore incinta all’ospedale di Cosenza, aperta inchiesta

coronavirus ospedale di cosenza

La procura di Cosenza ha aperto un’inchiesta sulla morte di una donna di 34 anni, incinta, deceduta nell’ospedale dove era ricoverata da qualche giorno, nel reparto di Ginecologia.

Il fatto è avvenuto nella serata di ieri. La donna, originaria di Longobardi, nel cosentino, era al sesto mese di gravidanza ed era arrivata una prima volta in ospedale la scorsa settimana. Si era presentata al pronto soccorso lamentando alcuni dolori addominali, vomito, e dissenteria. Dopo le visite di routine, era stata dimessa.

Neanche il tracciato, effettuato in quell’occasione, avrebbe evidenziato anomalie nel battito cardiaco del piccolo che portava in grembo. Ma la donna continuava ad accusare dei dolori, per cui, insieme al marito quarantenne, è tornata all’ospedale dell’Annunziata mercoledì scorso. Questa volta è stata ricoverata e il suo quadro clinico si sarebbe subito complicato, fino ad arrivare alla morte improvvisa. Il marito ha presentato una denuncia alla polizia e la procura di Cosenza ha aperto un’inchiesta, disponendo anche il sequestro della cartella medica e della salma, in attesa dell’autopsia.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Pentito dà in escandescenze durante il processo: “Non sono un servo dello Stato”

Mimmo Famularo

Coronavirus in Calabria, mai così tanti contagi (+108). Reggino fuori controllo

Giovanni Bevacqua

Sanità, la Regione affianca il dipartimento Tutela della salute al commissario Longo

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content