Calabria7

Doppia preferenza di genere, Consiglio regionale l’11 marzo

Il Consiglio regionale della Calabria e’ stato convocato per lunedi’ prossimo, 11 marzo, con 12 punti all’ordine del giorno.

Tra i temi piu’ importanti che saranno in discussione nella seduta dell’Assemblea legislativa calabrese, spicca la proposta di legge, di iniziativa del consigliere Flora Sculco, dal titolo ‘Promozione della parita’ di accesso tra uomini alle cariche elettive regionali’, piu’ nota come introduzione della doppia preferenza di genere; il testo che sara’ all’esame dell’aula prevede, in particolare, che nel voto alle Regionali, “in ciascuna lista, a pena di inammissibilita’ nessun genere puo’ essere rappresentato in misura superiore ai due terzi dei candidati”, e che “in caso di espressione di due preferenze, una debba riguardare un candidato di genere maschile e l’altra un candidato di genere femminile della stessa lista”.

All’ordine del giorno della seduta di lunedi’ prossimo, inoltre, anche una proposta di legge statutaria, di iniziativa dei consiglieri regionali Baldo Esposito e Vincenzo Pasqua, con cui si amplia la possibilita’ per il Consiglio regionale ci emanare testi unici e si prevede l’inserimento nelle leggi regionali di “clausole valutative” periodiche sull’attuazione dei testi normativi.

Il Consiglio regionale inoltre discutera’ anche di una proposta di legge, di iniziativa del segretario-questore Domenico Tallini, di riconoscimento di un debito fuori bilancio dell’Assemblea, di una proposta di legge di iniziativa della Giunta regionale in tema di auto recupero del patrimonio edilizio pubblico, di una proposta di legge, di iniziativa del consigliere Arturo Bova, recante modifiche alla denominazione e alle competenze della Commissione regionale anti-‘ndrangheta.

Tre, inoltre, le proposte di provvedimento amministrativo al centro dei lavori del Consiglio regionale dell’11 marzo: l’effettuazione di un referendum consultivo su una proposta di legge del consigliere Enzo Ciconte in tema di modifica dei confini territoriali tra i Comuni di San Pietro Apostolo e Gimigliano (Catanzaro), lo Statuto dell’Ente Parchi marini regionali e l’elezione del Garante regionale dei detenuti. Infine, lunedi’ prossimo l’aula si occupera’ anche di quattro ordini del giorno il primo anche a firma del consigliere regionale Michele Mirabello sul mancato rinnovo dei contratti a tempo determinato della Abramo Customer Spa di Crotone, il secondo a firma del consigliere Giuseppe Peda’ sullo stato di attuazione della Zes Calabria, il terzo a firma dei consiglieri Gianluca Gallo, Fausto Orsomarso e lo stesso Peda’ sulla situazione dei lavoratori ex percettori di indennita’ di mobilita’ in deroga e l’ultimo a firma del consigliere Franco Sergio sull’alluvione che ha colpito Corigliano Calabro a fine novembre 2018.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, Bosco controreplica a ‘Ecologia Oggi’ su stipendi lavoratori

Matteo Brancati

“FI solo su Occhiuto” , é la secca risposta alla Lega

manfredi

Fase 2, calabresi confusi: chi comanda tra premier, governatore e sindaco?

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content