Dramma a Lamezia: va a fare la spesa, accusa un malore e muore all’interno del supermercato

Polemica sulla tempistica dei soccorsi allertati immediatamente dalle persone presenti sul posto. L'ambulanza è arrivata dopo 40 minuti
Incidente a Giugliano

Va a fare la spesa, accusa un malore improvviso e muore all’interno del supermercato. E’ accaduto a Lamezia Terme nel week end. La vittima è un uomo di 65 anni. La tragedia si è consumata in un’attività commerciale in via del Progresso. Inutili i soccorsi. Arrivati sul posto i sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del malcapitato.

Polemiche sui ritardi nei soccorsi

Polemiche sui ritardi nei soccorsi

I soccorsi sono stati allertati immediatamente. L’ambulanza del 118 è partita dalla postazione di Soveria Mannelli, in quanto l’unica ambulanza della postazione di Lamezia era occupata. Il problema però è che da Soveria Mannelli, zona montana del Reventino, il mezzo impiega 40 minuti per arrivare a destinazione. Sulla tempistica dei soccorsi, interviene il delegato Smi 118 della provincia di Catanzaro, Saverio Ferrari: “Ciò che è accaduto ieri sera a Lamezia purtroppo con esito fatale (non sappiamo se la tempestività dell’intervento avrebbe potuto evitarlo) – spiega – accade giornalmente ma non fa notizia grazie ad esiti molto meno drammatici. Ciò che appare chiaro a tutti è l’inefficienza e quindi l’inefficacia del servizio 118 ormai abbandonato a se stesso nel disinteresse della politica nazionale, regionale ed anche delle amministrazioni comunali calabresi con sindaci assolutamente incapaci anche solo di porsi la domanda del perché i loro concittadini non riescano ad avere una risposta sanitaria degna”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
Il gup nelle motivazioni della sentenza: "era a conoscenza dei rapporti tra 'ndrangheta e servizi segreti"
I genitori hanno scoperto casualmente un anno fa della malattia del figlio, dopo una serie di accertamenti
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved