Calabria7

Droga, Lamorgese: “Operazione Gioia Tauro efficace contrasto a cosche”

Complimenti alla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, ai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria e del Raggruppamento operativo speciale e al personale del Comando provinciale della guardia di finanza per l’operazione. Condotta con il supporto della Direzione Centrale per i Servizi antidroga del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, dell’Europol e dell’Agenzia delle Dogane, che ha consentito, nel porto di Gioia Tauro uno dei sequestri più ingenti di cocaina sul territorio nazionale”. Lo ha dichiarato il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

“L’eccellente operazione – ha sottolineato – è stata possibile grazie ad una attività congiunta tra le forze in campo per la lotta al narcotraffico nel porto calabrese, che conferma l’efficace azione di contrasto alle cosche di ‘ndrangheta dedite ai grandi traffici internazionali di droga”.

Dieni (M5s), brillante operazione contro clan a Gioia Tauro

«Il maxi sequestro di droga avvenuto nel porto di Gioia Tauro dimostra che il potere dei clan di ‘ndrangheta è ancora enorme, ma certifica anche i brillanti risultati delle nostre forze dell’ordine, a cui va il mio personale ringraziamento e quello di tutti i calabresi onesti». Così la portavoce alla Camera del Movimento 5 stelle Federica Dieni.

«I carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, quelli del Ros, i finanzieri, i funzionari dell’Agenzia delle dogane di Gioia Tauro e di Europol – spiega la deputata – sono riusciti a mettere a segno una delle operazioni antidroga più importanti degli ultimi anni, che ha consentito il sequestro di più di una tonnellata di cocaina, nascosta in un container adibito al trasporto delle banane». «Uno dei porti più importanti del Mediterraneo continua dunque a essere un luogo di scambio privilegiato per la ‘ndrangheta calabrese e i suoi “partner” commerciali.

La situazione dello scalo – aggiunge Dieni – è preoccupante, da non sottovalutare. Anche se confortano i risultati raggiunti grazie alle capacità investigative delle forze dell’ordine e ai modernissimi sistemi di controllo del porto». «Non bisogna perciò abbassare la guardia ed è necessario continuare a monitorare con la massima attenzione le operazioni che avvengono nello scalo, nella consapevolezza – conclude la parlamentare 5 stelle – che solo lungo questa via sarà possibile infliggere altri duri colpi alla criminalità organizzata e contribuire a risollevare una delle più importanti infrastrutture della Calabria e dell’intero Mezzogiorno».

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

CalabriaOltre: “Catanzaro non merita di essere offesa”

Matteo Brancati

Ballottaggio Lamezia, i 12 capitoli del programma Mascaro

nico de luca

Sindaco del Catanzarese denuncia: “118 chiuso, 14 lavoratori tutti malati”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content