Ecobonus auto fino a 13.500 euro: quando arrivano gli incentivi e chi potrà ottenerli

Le agevolazioni riguardano l’acquisto di un’auto nuova con o senza rottamazione, ma anche altri mezzi e il noleggio a lungo termine

Dopo mesi di annunci e attese, manca poco all’entrata in vigore dei nuovi ecobonus per l’acquisto di auto con e senza rottamazione, che possono arrivare a valere fino a 13.500 euro per chi ha un Isee sotto i 30mila euro. I dettagli sono praticamente identici a quelli circolati all’inizio dell’anno, e sono stati confermati in una bozza del decreto attuativo descritta dal Sole 24 Ore. Serve ancora la firma di Palazzo Chigi, poi gli ultimi esami tecnici e il via libera finale. Fino a quel momento, restano in vigore i vecchi bonus. Complessivamente, la misura avrà a disposizione 950 milioni di euro, di cui buona parte (402 milioni) dedicata alle auto con motore termico o ibdride full, cioè quelle che emettono tra 61 e 135 grammi di CO2 al chilometro. Ci saranno poi 240 milioni dedicati alle auto elettriche (emissioni tra o e 20 grammi CO2 al km) e 140 milioni alle ibride plug-in (emissioni tra 21 e 60 grammi CO2 al km). Il resto dei fondi sarà diviso tra le altre misure, come le auto usate (20 milioni) o i veicoli commerciali (53 milioni) o l’installazione di impianti a metano e Gpl sulle auto (10 milioni di euro).

In tutti i casi, gli sconti saranno applicati direttamente: sarà poi la concessionaria a recuperarli nel tempo come credito d’imposta. Per quanto riguarda le persone, chi compra un’auto con i bonus deve poi tenerla per almeno un anno. Per le aziende invece questo limite sale a due anni. Per di più, le aziende (e in generale tutte le “persone giuridiche”) potranno accedere solo ai bonus per le due fasce meno inquinanti di auto, oppure a quelli per moto e scooter.

Quanto valgono i nuovi ecobonus auto 2024

Per quanto riguarda l’acquisto di auto nuove, l’importo dei bonus può variare sia in base all’Isee, sia al tipo di auto che si vuole comprare, sia all’eventuale rottamazione. A prescindere da tutti questi elementi, poi, c’è un limite di prezzo (Iva esclusa): al massimo 35mila euro per le elettriche e le ibride full, al massimo 45mila euro per le ibride plug-in. Per la precisione questi sono gli importi del bonus:

– Per le auto nella fascia di emissioni 0-20 grammi di CO2/km: 6mila euro senza rottamazione, 9mila euro rottamando un’Euro 4, 10mila euro rottamando un’Euro 3 e 11mila euro rottamando un’Euro 0, 1 o 2

– Per le auto nella fascia di emissioni 21-60 grammi di CO2/km: 4mila euro senza rottamazione, 5.500 euro rottamando un’Euro 4, 6mila euro rottamando un’Euro 3 e 8mila euro rottamando un’Euro 0, 1 o 2

– Per le auto più inquinanti: nessun bonus senza rottamazione, 1.500 euro rottamando un’Euro 4, 2mila euro rottamando un’Euro 3 e 3mila euro rottamando un’Euro 0, 1 o 2

C’è poi l’aumento se nel nucleo famigliare ci sono persone con un Isee sotto i 30mila euro. Questo non ha nessun effetto per quanto riguarda le auto più inquinanti, mentre per le prime due fasce c’è un aumento del 25% dell’importo del bonus. Così, nel migliore dei casi – una famiglia con Isee basso, che rottama un’Euro 0, 1 o 2 per comprare un’auto elettrica o ibrida full – l’incentivo arriva a 13.500 euro. Per di più, chi rientra in questa fascia di Isee può anche rottamare un’Euro 5, ottenendo uno sconto di 8mila euro per le auto meno inquinanti e di 5mila euro per la fascia intermedia.

Quali sono gli sconti per auto usate, moto e veicoli commerciali

Ci sono poi altre agevolazioni particolari. Per l’acquisto di auto Euro 6 usate con emissioni fino a 160 grammi di CO2 al chilometro e un prezzo fino a 25mila euro, c’è un bonus da 2mila euro. Bisogna però rottamare un veicolo che sia Euro 0, 1, 2, 3 oppure 4. Per i veicoli commerciali – il bonus è rivolto a piccole e medie imprese che svolgono attività di trasporto – ci sono vari criteri da tenere in conto, non solo rottamazione ma anche alimentazione e massa totale a terra. Si va da mille euro fino a 18mila euro di bonus, per i mezzi con la massa totale più alta, alimentati a elettricità o idrogeno e con rottamazione.

Gli sconti per l’acquisto di scooter, moto e altri

Ancora, per l’acquisto di scooter, moto, tricicli e quadricicli elettrici c’è un bonus pari al 30% del prezzo, ma con il tetto fissato a 3mila euro. Se c’è la rottamazione (da Euro 0 a Euro 3) lo sconto arriva al 40% del totale con un massimo di 4mila euro. C’è un’agevolazione del 40% e fino a 2.500 anche per i modelli non elettrici, fino a Euro 5, ma ci deve essere una rottamazione (anche qui, da Euro 0 a Euro 3) e il venditore deve fare un’ulteriore riduzione del 5%. Per chi installa un impianto nuovo a metano su un’auto che sia almeno Euro 4, c’è un bonus di 800 euro, che scende a 400 euro se l’impianto è a Gpl. Infine, ci sono le agevolazioni per il noleggio a lungo termine, cioè almeno di tre anni: l’importo degli incentivi non è ancora stato stabilito, ma si sa che si applicherà solo alle auto che emettono fino a 135 grammi di CO2 al chilometro. (Fanpage)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
E' stata avvistata a poca distanza dalle coste di Briatico, l’esemplare era in evidente stato di difficoltà
Vincitore del primo premio e di tutti i premi speciali in alcuni dei più prestigiosi concorsi internazionali per pianoforte
Datisi alla fuga, i malviventi hanno effettuato dei prelievi in due distinti uffici postali di Crotone per un totale di 850 euro
Il cancro del colon-retto rappresenta in Italia la terza neoplasia negli uomini e la seconda nelle donne.
Il governatore sottolinea l'importanza delle risorse ottenute in seguito all'accordo con il Ministero dell'Ambiente
In evidente stato di shock è stata affidata ai sanitari del Suem118 e trasportata in ospedale per accertamenti
L’attività di monitoraggio è andata avanti per tutta la notte e ancora in queste ore le strutture sul territorio sono allertate e pronte ad intervenire
Al convegno è intervenuto anche il procuratore di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri, che ha parlato del ruolo egemone della ‘ndrangheta nel narcotraffico
L’ipotesi più accreditata al momento è che sia stata colpita per errore dal proiettile. La donna è morta questa mattina in ospedale
Si cerca una soluzione rapida ed efficace della problematica. Al vertice in Prefettura parteciperanno Comune, Regione e Corap
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved