Calabria7

Elezioni a Cosenza: si scaldano i motori (sui social) nella corsa per la conquista di Palazzo dei Bruzi

di Maria Teresa Improta – Un candidato ogni 67 votanti, per un totale di 869 aspiranti consiglieri. Questi i numeri della campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale di Cosenza che vede in lizza otto volti noti per ricoprire lo scranno di sindaco a Palazzo dei Bruzi. E’ il tempo delle classiche passeggiate preelettorali, tra i popolosi quartieri di periferia, a caccia di consensi. La piazza virtuale sta però catalizzando le energie dei cosentini che intendono accaparrarsi una delle 32 poltrone dell’assise comunale. Per sedervi bastano meno di mille voti.

I big

Francesco Caruso ha un vero e proprio plotone di candidati alle proprie spalle, ben 8 liste. Il delfino dei fratelli Occhiuto, vicesindaco del Comune di Cosenza nominato al posto di Jole Santelli dopo l’insediamento della compianta governatrice alla presidenza della Regione Calabria, si presenta con degli spot e foto di vita quotidiana per niente improvvisate, ma professionali, frutto di precise scelte estetiche. Parla dei suoi ricordi da ragazzo a via Panebianco, della sua laurea in ingegneria e di quanto sia importante nel suo percorso la propria famiglia. Pochi i contenuti programmatici concreti. Il suo competitor Franz Caruso non va in diretta, per ora, ha un approccio ai social studiato a tavolino, ma apparentemente più sciolto, segue l’immagine del candidato vocato all’ambientalismo e alla valorizzazione delle idee dei giovani sul territorio. Immancabile nelle foto pubblicate il braccio destro cosentino di Enza Bruno Bossio, Francesco Alimena. Franco Pichierri è una vecchia gloria della Democrazia Cristiana bruzia, transitato negli anni un po’ nel centrodestra e un po’ nel centrosinistra per poi ritornare nel focolare democristiano con il quale scende in campo. Ha una carriera politica quarantennale, non ha bisogno di fare incetta di voti via social: sul suo profilo qualche santino, nulla di più.

I dissidenti

Il candidato sindaco Francesco De Cicco posta i primi santini dei 192 sostenitori inseriti nelle 6 liste che scendono in campo a suo supporto. Nella sua diretta da ufficiale aspirante primo cittadino di Cosenza afferma di essere l’unica alternativa per non fare vincere il centrodestra. Invitando ai cosentini a votarlo per “mandare tutti a casa” dimentica che a Palazzo dei Bruzi lui è assessore da 9 anni, oggi ancora a capo dell’assessorato alla Partecipazione, frazioni e quartieri e la delega alla Manutenzione delle strade e della rete idrica. Per i maliziosi ribadisce con veemenza di aver “preso le distanze dal vicesindaco Francesco Caruso e dal sindaco. Sono due anni che non partecipo ad una riunione di Giunta”. Bianca Rende, l’unica donna scesa in campo per il rinnovo del Consiglio comunale di Cosenza, brillante e carismatica è evidente come voglia trasmettere ai potenziali elettori il senso di trasparenza e partecipazione. Posta santini con descrizione dettagliata dei candidati che la supportano e un po’ di tradizionali vergogne urbane cosentine (rifiuti e traffico). In diretta facebook ha invitato i cittadini a esporre lamentele sui provvedimenti e i disagi arrecati dall’attuale amministrazione per discutere insieme le possibili soluzioni. È riuscita a rompere l’alleanza Pd – Movimento 5 Stelle trascinando i grillini tra le sue fila, strappandoli a Franz Caruso. Francesco Civitelli, ha rifiutato la candidatura nello schieramento di centrosinistra proponendosi con 5 liste che descrive come composte da “persone perbene vicine al popolo” di cui propone santini a raffica. Pur attivandosi nel tour tra i quartieri, ha ceduto al fascino della diretta, parlando di viabilità promettendo (se eletto) di far sparire le zone a traffico limitato nella prima settimana in cui si insedierà a Palazzo dei Bruzi.

Gli indipendenti

Valerio Formisani il candidato senza infamia e tanta lode per gli ambulatori medici popolari che negli anni hanno sopperito all’assenza di assistenza sanitaria per cosentini in difficoltà e migranti, non posta solo santini, ma messaggi motivazionali sollecitando i cittadini a reagire. Fedele alla linea, ad oggi non è intervenuto con dirette sui social network, ma è stato l’unico candidato nelle ultime ore a invitare i cittadini ad un incontro pubblico in piazza programmato per venerdì pomeriggio nel cuore del centro storico. Fabio Gallo ha allestito il più ricco e interessante marketing elettorale via social. In realtà è da sempre molto attivo su facebook con denunce e riflessioni sulla gestione della cosa pubblico. Con linguaggio semplice e forbito pubblica una diretta che chiama “il caffè dei popolari di Luigi Sturzo” particolarmente apprezzata dal pubblico social che si pone al centro delle problematiche sociali culturali della città.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Picchia la moglie e le provoca gravi lesioni al cranio

Andrea Marino

Dda chiede l’arresto di Luigi Incarnato: “Sono sereno”

manfredi

Sanità: Cotticelli si dimette, a breve un nuovo commissario

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content