Congresso Forza Italia, Tajani il nuovo segretario e Occhiuto tra i 4 vice

La candidatura del presidente della Regione era stata anticipata. "Ho deciso di dare una mano al ministro", aveva detto

Il vicepresidente del Consiglio dei ministri e ministro degli affari esteri, Antonio Tajani, è stato eletto segretario nazionale di Forza Italia. La votazione è avvenuta all’unanimità. Il congresso ha anche eletto i quattro vicesegretari del partito: Roberto Occhiuto, Alberto Cirio, Deborah Bergamini e Stefano Benigni. L’elezione è avvenuta per alzata di mano a chiusura del congresso di Forza Italia al palazzo dei Congressi di Roma.

La candidatura era stata anticipata dallo stesso presidente della Regione Calabria alcuni giorni fa parlando con i giornalisti a margine di un’iniziativa alla Cittadella: “Posso dirlo con ufficialità, ho già raccolto le firme – aveva detto – per candidarmi alla vicesegreteria nazionale e dare così una mano ad Antonio Tajani alla guida del partito. Non c’è alcuna possibilità che io mi candidi alle elezioni europee, mentre ho deciso di dare una mano ad Antonio Tajani candidandomi a vicesegretario nazionale del partito”.

La candidatura era stata anticipata dallo stesso presidente della Regione Calabria alcuni giorni fa parlando con i giornalisti a margine di un’iniziativa alla Cittadella: “Posso dirlo con ufficialità, ho già raccolto le firme – aveva detto – per candidarmi alla vicesegreteria nazionale e dare così una mano ad Antonio Tajani alla guida del partito. Non c’è alcuna possibilità che io mi candidi alle elezioni europee, mentre ho deciso di dare una mano ad Antonio Tajani candidandomi a vicesegretario nazionale del partito”.

Occhiuto: “Tajani persona giusta al posto giusto”

“Congratulazioni al nostro segretario Antonio Tajani, acclamato in modo chiaro e unanime da tutto il Congresso nazionale di Forza Italia. Dal 12 giugno abbiamo vissuto momenti complicati. Nelle prime settimane dopo la scomparsa del presidente Silvio Berlusconi eravamo spaesati, orfani del nostro leader. Antonio ha preso per mano il movimento azzurro e lo ha condotto, con intelligenza e saggezza, a questo storico appuntamento. Si è dimostrato la persona giusta al posto giusto, e sono certo che confermerà anche in futuro quanto di positivo fatto in questi mesi”, ha detto Occhiuto in nota.

“Buon lavoro a Tajani, e buon lavoro a coloro che insieme a me lo affiancheranno come vice segretari del partito: Deborah Bergamini, Alberto Cirio e Stefano Benigni. Sono profondamente onorato per questo incarico, ringrazio i tanti delegati che hanno sostenuto la mia candidatura, e sono pronto da domani a impegnarmi al massimo per rafforzare il partito al Sud e in tutto il Paese, dapprima in vista delle elezioni europee e dopo per affrontare al meglio tutte le sfide che ci attendono”, ha concluso il presidente della Regione Calabria e neo vice segretario di FI.

Mangialavori: “Nuovo capitolo di una storia straordinaria”

“Oggi Forza Italia ha scritto un nuovo capitolo di una storia straordinaria fatta di passione, cultura del fare e sana politica partecipativa. Guardiamo al futuro con rinnovato entusiasmo, consci del tanto lavoro da fare e sicuri di poggiare la nostra azione su una piattaforma valoriale che raccogliamo in eredità dal presidente Berlusconi e trasmetteremo nel nostro lavoro passo dopo passo, giorno dopo giorno”. Lo dichiara il presidente della Commissione Bilancio della Camera, Giuseppe Mangialavori. “I miei auguri di buon lavoro al neo proclamato segretario nazionale Antonio Tajani ed ai vice, in particolare all’amico Roberto Occhiuto, portabandiera calabrese della buona politica del fare”, conclude Mangialavori.

Mancuso: “In bocca al lupo al presidente Occhiuto”

“Un sincero ‘in bocca al lupo’ al presidente Occhiuto, per l’importante incarico di vice coordinatore di Forza Italia, affidatogli a conclusione del congresso del suo partito. Sono stati premiati il dinamismo propositivo, che lo induce a bypassare le polemiche e a puntare sui fatti, e le sue spiccate capacità di analisi degli scenari presenti e futuri. Dinamismo e capacità politiche che lo contraddistinguono sul piano nazionale ed europeo e, al contempo, nell’impegno alla guida di una regione complessa del Mezzogiorno, a cui, assieme alle forze politiche del centrodestra, sta consentendo di conseguire ottimi risultati”. Così il presidente del Consiglio Regionale della Calabria, Filippo Mancuso.

Saccomanno (Lega): “Congratulazioni a Occhiuto e a Marco Siclari per il Consiglio Nazionale”

“La Calabria cresce e fa valere le proprie risorse. La nomina per Roberto Occhiuto e per Marco Siclari dimostra che la nostra regione ha una classe dirigente capace e che può fare la differenza. Anche nella dialettica politica e nelle diverse posizioni di idee è necessario riconoscere i meriti che rafforzano il centrodestra. Quindi, congratulazioni per tali nomine e un augurio di buon lavoro per una crescita e sviluppo della Calabria, che potrà contare su politici che amano la propria terra e sono collocati anche a livello nazionale. La nostra regione è stata lasciata nel disastro da gestioni fallimentari del centrosinistra ed ora bisogna sempre più rafforzare l’odierno governo regionale per consentire un celere recupero, per quanto possibile, del divario creato negli anni e aumentato con l’amministrazione precedente. Un rafforzamento che dovrà ulteriormente consolidare l’attenzione verso il Sud e per il recupero di quei livelli che possiedono già molte altre regioni. Con l’attuazione degli investimenti che Salvini e la Lega hanno riservato alla Calabria, questa potrà sempre più crescere avendo, allo stato, un’ottima classe dirigente. Dopo aver seminato tanto, finalmente, si potranno cominciare a raccogliere, nei prossimi mesi, i frutti di una politica diversa e che pensa solo al territorio”. Lo dichiara il commissario regionale della Lega in Calabria, Giacomo Francesco Saccomanno.

Molinaro (Lega): “Fresca e meritata elezione di Occhiuto” 

“Al Presidente Roberto Occhiuto rivolgo le congratulazioni per la fresca e meritata elezione a vice-segretario del suo partito, Forza Italia. Sono certo che le sue attenzioni ai problemi della Calabria non saranno affievolite dal nuovo incarico. In Calabria c’è un grande lavoro in corso di realizzazione per merito della coalizione che si è affermata nel 2021  e questo lavoro potrà essere proseguito con ulteriori energie. L’esperienza vincente della maggioranza di centrodestra calabrese, unita e coesa, deve proseguire senza distrazioni, per il presente ed il futuro della Calabria. Ritengo che lavorare per la Calabria sia una sfida impegnativa ma straordinariamente feconda per tutti.” Così il consigliere regionale Pietro Molinaro.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
Romano Bucci: "Si è trattato di uno scontro di gioco su un cross, uno dei due ragazzi intervenuti ha avuto la peggio con un trauma cranico"
Tra le Regioni con performance ‘intermedie’ nella spesa sviluppo software figura anche la Calabria
l'inviato
Sotto osservazione l’impianto consortile di Acquaro, Arena e Dasà da cinque anni fermo e quello di Pizzo che vomita in mare di tutto
Segnalata diverse criticità nel Catanzarese. I vigili del fuoco impegnati senza sosta anche in provincia di Cosenza
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved