Calabria7

Emergenza Covid, Gratteri: “Attenzione a materiali di protezione di origine cinese”

Gratteri

Fare attenzione a “materiale” per l’emergenza Covid “di origine criminale”. A dirlo è il procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri, intervistato da Giovanni Minoli a ‘Il Mix delle cinque’ su Rai Radio Uno. Alla domanda su “che percentuale di materiale di origine criminale può esserci già oggi in circolazione nei nostri ospedali?”, il magistrato ha risposto: “Non sono in grado di quantificare con precisione ma abbastanza da far destare l’allarme”. Chi compra, quindi, questo materiale, “deve fare molta attenzione sulla provenienza e quindi sul tracciamento di questi prodotti che molte volte non sono a norma”, ha sottolineato Gratteri, il quale ha aggiunto: “È facile fare attenzione ma è molto facile far finta di non vedere perché i prezzi sono molto più bassi, sono molto più allettanti e quindi si fa finta di non capire salvo quando poi si viene beccati con le mani nella marmellata”.
Nell’intervista, si è ricordato anche un maxi-sequestro di dispositivi di protezione e medico-sanitari provenienti dall’Asia effettuato a marzo: “Tutto materiale che se non fosse stato sequestrato sarebbe entrato nel circolo degli strumenti utilizzati nei nostri ospedali?”, ha domandato Minoli. “Sicuramente sì – è stata la risposta di Gratteri –  C’è una grande richiesta dall’Asia per far arrivare questi dispositivi”. Quanto, poi, alla possibilità che alcuni di questi dispositivi non siano stati intercettati e, quindi, siano già in circolazione, Gratteri ha risposto: “Sicuramente sì. Sicuramente sì”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Grave incidente in direzione Sila, elisoccorso sul posto: tre feriti

Matteo Brancati

Si costituisce il boss di ‘ndrangheta Salvatore Barbaro

manfredi

Inosservanza capienza e mancato rispetto della distanza, chiusi due locali nella Locride

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content