Calabria7

Emergenza Covid, l’Oms raccomanda mix anticorpi contro rischio ricovero

mix anticorpi

L’Organizzazione mondiale della Sanità ha raccomandato un trattamento basato sulla combinazione di due anticorpi monoclonali, casirivimab e imdevimab, prodotti dalla Regeneron, per due specifiche categorie di malati di Covid. La prima è quella dei pazienti con malattia non grave che però sono ad alto rischio di ospedalizzazione; la seconda riguarda chi è in condizioni gravi o critiche senza aver mostrato una risposta immunitaria al Covid. A renderlo noto è il British Medical Journal sul suo sito.

Nuove prove

La prima raccomandazione si basa su nuove prove provenienti da tre studi che non sono ancora stati sottoposti a revisione paritaria, ma mostrano che casirivimab e imdevimab probabilmente riducono il rischio di ospedalizzazione e la durata dei sintomi nei soggetti a più alto rischio di malattie gravi, come non vaccinati, anziani, o pazienti immunodepressi. La seconda raccomandazione si basa sui dati dello studio Recovery che mostrano che i due anticorpi riducono probabilmente i decessi (che vanno da 49 in meno su 1.000 nei malati gravi a 87 in meno nei malati critici) e la necessità di ventilazione meccanica nei pazienti sieronegativi.

Casirivimab e imdevimab, spiega il Bmj, quando utilizzati insieme, si legano alla proteina spike SARS-CoV-2, neutralizzando la capacità del virus di infettare le cellule. Il panel ha riconosciuto diverse implicazioni in termini di costi e risorse associate a questo trattamento, che possono rendere difficile l’accesso ai paesi a basso e medio reddito. Per questo l’Oms ha esortato le aziende produttrici e i governi a intervenire sul prezzo elevato e sulla produzione limitata della combinazione di anticorpi, e a garantire una manipolazione sicura e appropriata del medicinale. (Ansa)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sersale, “Anno della Mamma” nella Terra dei fuochi

manfredi

Covid in Calabria, casi in aumento del 47% ma sempre meno ricoveri

Mimmo Famularo

Lopalco sull’emergenza Covid: “Sì alle chiusure graduali, il coprifuoco non serve”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content