Calabria7

Entra in una scuola e spara agli alunni, polizia interviene e lo uccide

Tutti i bimbi e le maestre uccisi nella strage alla scuola di Uvalde, in Texas, erano all’interno della stessa classe, un’aula della quarta frequentata di solito da alunni di 9-10 anni. Lo ha rivelato il tenente Christopher Olivarez del Dipartimento di pubblica sicurezza del Texas, interpellato dalla Cnn. Secondo lo stesso ufficiale, il killer, il 18enne identificato come Salvador Ramos, si è presentato armato alla Robb Elementary School dopo aver sparato a sua nonna in casa sua ma nell’istituto ha incontrato la resistenza delle guardie armate nei corridoi. Per questo è entrato in un’aula di quarta elementare, dove si è barricato e ha iniziato a sparare a tutti i presenti facendo una strage. Olivarez ha descritto uno scenario terrificante durante il quale per diversi minuti le forze dell’ordine sono rimaste impotenti davanti al killer che uccideva i piccoli nella classe. Gli agenti potevano sentire l’uomo armato sparare all’interno dell’aula, ma “non c’era alcun modo per entrare”. “A quel punto, l’obiettivo principale delle forze dell’ordine era di evacuare quanti più bambini possibile” ha spiegato Olivarez.

Killer ucciso in aula

L’ufficiale ha raccontato il grande coraggio e la prontezza di riflessi delle insegnanti delle altre classi  che, mentre si sentivano spari nella scuola, hanno rotto le finestre nel tentativo di aiutare i loro studenti a scappare. Alla fine le forze dell’ordine sono riuscite a irrompere nell’aula dove c’è stato uno scontro a fuoco tra agenti e assassino, che alla fine è stato ucciso sulla scena. Il bilancio è gravissimo, 22 morti, tra cui 19 tra bimbi e bimbe, due maestre e lo stesso autore della carneficina, ucciso dalla polizia.  L’ospedale di San Antonio ha dichiarato in un aggiornamento che tra i feriti della sparatoria vi è anche una donna di 66 anni e una bimba di 10 anni che sono state portate in ospedale in condizioni critiche. Una bambina di 9 anni che era in discrete condizioni è migliorata e un’altra bambina di 10 anni non è grave.

Bimba uccisa a sangue freddo

Secondo i media locali, una delle piccole vittime della sparatoria in Texas, avrebbe anche provato a chiamare il numero di emergenza quando ha visto il killer armato in casa ma l’assassino l’ha uccisa a sangue freddo prima di rivolgere l’arma contro i suoi amichetti. “L’uomo armato è entrato e ha detto ai bambini ‘state per morire'”, ha raccontato la nonna della piccola eroina. “Amerie ha preso il suo telefono e ha chiamato i servizi di emergenza. Lui le ha sparato”, ha riferito la donna. Mentre il paese piange per la terribile strage e il presidente Biden sostiene che sia “il momento di trasformare il dolore in azione e agire sulle armi”, il procuratore generale del Texas, il repubblicano Ken Paxton invece ha rilanciato l’idea di armare gli insegnanti. “Non possiamo fermare i cattivi dal fare cose brutte. Ma possiamo armare e preparare gli insegnanti a rispondere rapidamente. Secondo me questa è la risposta migliore”, ha detto Paxton. (Fanpage)

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Certificato digitale europeo, primo ok della Commissione Ue

Damiana Riverso

Coronavirus, Boccia: “In caso di emergenza decide lo Stato, non le Regioni”

Mirko

Russi vicini a Kiev, bombe nei sobborghi: colpito un ospedale oncologico

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content