Calabria7

Esami indimenticabili anche nelle scuole di Cosenza

esami di stato telesio

Che gli esami di Stato 2020 passeranno alla storia a causa del Covid è un fatto ormai assodato.
Anche la provincia di Cosenza ha visto i suoi maturandi iniziare l’unica prova, quella orale, prevista per l’anno scolastico 2019/2020.

Le scuole superiori del capoluogo, così come quelle di tutto il territorio bruzio, hanno visto entrare i giovani a scaglioni per sostenere gli esami di maturità.

Bardati di mascherina, così come i docenti delle Commissioni che sono tutti interni alla scuola tranne il presidente, hanno iniziato il loro esame.

Dentro con loro poteva assistere solo una persona. In tanti hanno scelto la mamma, molti gli amici di sempre.

In pochi ad assistere agli esami fuori scuola

Dal Liceo classico Bernardino Telesio, nel centro storico, passando per il Magistrale e Artistico del quartiere Rivocati per arrivare a via Popilia dove ci sono gli scientifici Fermi e Scorza.

esami carmine bartoletti
Carmine Bartoletti è fra i primi ad aver sostenuto l’orale al Classico

E poi l’Industriale Monaco, la Ragioneria Pezzullo e nelle altre zone della città dove sono collocati gli altri istituti professionali le scene sono tutte uguali: dentro i compagni di classe a fare gli esami, fuori i prossimi alunni che dovranno affrontare la prova.

Il colpo d’occhio che colpisce subito questi esami di Stato 2020 è proprio l’assenza delle persone fuori.

Mancano, soprattutto, i galoppini che aspettano che esca la traccia del compito di italiano dalla scuola per poi portarla ai genitori iper apprensivi che cercano di aiutare i figli rinchiusi dentro.

Gli auguri di Iacucci

A loro sono arrivati anche gli auguri del presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci.

«A voi va un grande in bocca al lupo – ha detto il numero uno di Palazzo del Governo – Si riparte da qui dopo un anno scolastico davvero difficile. In pochi credevano che oggi si sarebbero potuti svolgere gli esami in presenza e un grazie va anche a tutti i dirigenti, gli insegnanti, i collaboratori scolastici e il personale di segreteria che in questi giorni ha lavorato e dato il massimo per potervi accogliere al meglio».

Gli abbracci nella notte prima degli esami

I giovani che affrontano in questo strano giugno gli esami di maturità si perderanno molte cose che altri hanno vissuto ma, indubbiamente, i giovani cosentini ricorderanno questi giorni per sempre.

Come ricorderanno la notte prima degli esami dove, in molti, si sono incontrati clandestinamente, abbassandosi la mascherina, per darsi un abbraccio affettuoso prima della prova orale.

fr. cang.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Guido: “Anche Spezzano Sila vuole legge su doppia preferenza di Genere”

manfredi

Relazione Corte dei Conti: dai docenti condannati per doppio lavoro alle criticità nei Comuni

Mimmo Famularo

Omicidio Chindamo, il fratello Vincenzo: “Stanotte non ho dormito, vogliamo la verità”

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content