Esercizi commerciali frequentati da pregiudicati, il questore di Vibo ne dispone la chiusura

Serrati controlli della polizia in tutto il territorio provinciale
Controlli a tappeto nelle attività di Vibo, sanzioni per oltre 12mila euro e due chiusure

Nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione di azioni improntate all’illegalità, al controllo degli avventori nei locali pubblici, nonché al controllo amministrativo dei pubblici esercizi, il personale della Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Vibo, in sinergia con quello dell’UPGSP e del Posto Fisso di Tropea ha effettuato serrati controlli che hanno portato il questore della provincia di Vibo a emettere due provvedimenti di sospensione della licenza di una sala giochi sita nel centro e di un bar ubicato in Parghelia, rispettivamente per 15 e 7 giorni.

I controlli effettuati, infatti, hanno permesso di riscontrare che i due esercizi commerciali erano frequentati da soggetti con pregiudizi penali e di polizia che hanno portato all’immediato chiusura degli stessi, a salvaguardia dell’ordine e della sicurezza pubblica.

I controlli effettuati, infatti, hanno permesso di riscontrare che i due esercizi commerciali erano frequentati da soggetti con pregiudizi penali e di polizia che hanno portato all’immediato chiusura degli stessi, a salvaguardia dell’ordine e della sicurezza pubblica.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Motisi è inserito nell’elenco dei latitanti di “massima pericolosità” del “programma speciale di ricerca” del Ministero dell’Interno
Termometro giù di 15 gradi rispetto ai giorni scorsi. Forti acquazzoni sulla fascia tirrenica e torna a nevicare in Sila
Disposto l'allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento con applicazione del braccialetto elettronico
Divieto di dimora nel comune reggino di Condofuri e di avvicinamento alle persone offese per un 55enne di nazionalità indiana
Data alle fiamme la struttura in cui era ubicata la vecchia biglietteria. Il fabbricato da anni si trovava nel totale abbandono
La Dda di Catanzaro contesta al boss di Limbadi anche un'estorsione ai danni di una ditta impegnata nella costruzione di un ospedale pediatrico
Dopo aver messo in sicurezza la zona sul posto veniva richiesto l’intervento degli artificieri del Comando Provinciale di Catanzaro
Ospite, insieme al professore Antonio Nicaso, del noto locale milanese, laboratorio di inclusione sociale, gestito da ragazzi con autismo
Approvato dalla maggioranza di centrodestra: "Vigilare con estrema attenzione affinché i diritti sociali e civili siano garantiti a tutti i cittadini"
Ignoti hanno infatti registrato un profilo falso a nome del primo cittadino di Catanzaro su Whatsapp richiedendo denaro o ricariche telefoniche
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved