Calabria7

Esiste la possibilità concreta di una quarta dose di vaccino anti-Covid

“Una quarta dose del vaccino anti-Covid è una possibilità concreta” mentre per ora “non vedo gli estremi” per l’obbligo vaccinale in Italia: ad affermarlo e’ stato il coordinatore del Cts, Franco Locatelli, intervenendo a SkyTg24 Live InCourmayeur. “L’obbligo vaccinale è l’ultima risorsa se la situazione dovesse peggiorare”, ha osservato, “ma al momento non vedo gli estremi per questo. L’obbligo vaccinale implica molti aspetti di natura sociale e politica e vanno lasciati al decisore politico“.

Quarta dose vaccino

“Io aggiungo che un conto è una situazione in Paesi con bassi tassi di vaccinati, un’altra la condizione dell’Italia dove la situazione è diversa”, ha sottolineato Locatelli. Il coordinatore del Cts ha riferito che “la dose booster è già stata somministrata a 7 milioni di persone” e “solo nella giornata” di giovedì ci sono state “430 mila vaccinazioni, di cui 30 mila prime dosi”. Il “messaggio è chiaro: continuare con la terza dose e cominciare subito con il ciclo vaccinale primario”, perché “ci sono ancora un milione e 300 mila persone che non hanno la prima dose”. Sulla variante Omicron, Locatelli ha osservato che “a oggi sono sette i casi in tutta Italia, tutti collegati al caso del manager campano”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Covid, De Palma: “In un mese si sono ammalati 1694 operatori sanitari, la maggior parte già vaccinati”

Alessandro De Padova

Coronavirus: Calabria regione meno colpita dai contagi, 39 tamponi ed un solo caso positivo

manfredi

Coronavirus, sindaco di Cittanova annuncia un nuovo caso positivo (VIDEO)

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content