Calabria7

Esplosi colpi di pistola contro le vetrate di una farmacia del Reggino

Farmacie chiuse a Catanzaro

Intimidazione nel Reggino. Sono tre i colpi di pistola esplosi la notte scorsa contro la saracinesca della farmacia Gullì nel Comune di Montebello Jonico. L’intimidazione, come riporta l’Ansa, si è consumata su via Nazionale a Saline Joniche. I proiettili hanno danneggiato la vetrata della farmacia di proprietà della famiglia dell’ex amministratore di Montebello Jonico Giuseppe Gullì. I carabinieri, intervenuti sul posto, hanno avviato le indagini e hanno acquisito le registrazioni delle telecamere per individuare i responsabili dell’intimidazione.

Vicinanza del Pd

Il Partito democratico della Calabria ha espresso “vicinanza e solidarietà al dottore Gullì, vittima di un gravissimo attentato alla sua attività a Saline Ioniche”. “Le capacità umane e professionali di Gullì di stare vicino alle persone ed ai loro bisogni – è scritto in una nota del Pd – non possono essere mortificate dalla mente violenta e ottusa di quei pochi che provano a tenere sotto scacco la Calabria. Non vinceranno, non piegheranno le persone per bene come Peppino Gullì, staremo accanto a lui ed alla sua famiglia, sostenendo la sua determinazione. Non cederà lui e non cederemo noi”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, due decessi e dodici nuovi casi positivi al Gom di Reggio Calabria

bruno mirante

Sicurezza alimentare: sequestrati 15 kg di prodotti

manfredi

L’Aic conferma la “svolta” per l’acqua calabrese: la distribuzione a un’Azienda speciale

Sergio Pelaia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content