Calabria7

Estate in Calabria, Federalberghi traccia il primo bilancio: “Boom di turisti ma troppi rincari”

Concessioni balneari

Ancora presto per fare bilanci ma il dato sulla stagione turistica in Calabria segna un trend che è assolutamente positivo. Parola degli addetti ai lavori, ovvero gli operatori che lavorano nel settore della ricettività. Da Federalberghi, il responsabile regionale Fabrizio D’Agostino non ha dubbi nell’esprimere la sua soddisfazione per il numero di presenze “veramente molto buono” e distribuito principalmente nelle località balneari della regione. D’altro canto una serie di fattori hanno contribuito a rafforzare il brand Calabria, che è stata inserita dal Time tra le 50 mete turistiche al mondo più belle da visitare.

Boom di turisti in questa estate 2022 legato anche al cinquantesimo anniversario dalla scoperta dei Bronzi di Riace, che fa registrare alberghi pieni e spiagge affollate. Ma nelle analisi – seppur parziali di Federalberghi Calabria – non mancano le negatività e segni meno: “legati in principal modo – spiega il presidente dell’associazione degli albergatori – per il forte rincaro che abbiamo registrato nel settore dell’energie e nei costi delle materie prime. Registriamo un rincaro medio sulle spese del 25%. Gli alberghi e tutte le attività ricettive sono strutture energivore, consumano molta energia e anche materie prime. Il nostro sforzo, per questa stagione, è quello di bilanciare rincari e prezzo d’offerta. Questi aumenti rischiano di ridimensionare molto il gran lavoro che è stato fatto quest’anno”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Mancano i vigili? A Mileto ‘assunti’ tre nonni volontari (VIDEO)

nico de luca

Allarme del Comitato «Vogliono ampliare la discarica di Celico»

Francesco Cangemi

Catanzaro, Riccio: “Atti vandalici nel centro storico, i cittadini denuncino”

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content